Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
23 maggio 2020
OPERAIO MORTO ALLA CAVIRO DI SAVIGNANO SUL PANARO, SIA FATTA LUCE SULLA DINAMICA

 

 

 

Fai-Cisl Emilia Centrale e Flai-Cgil Modena si stringono intorno ai colleghi di lavoro e alla famiglia di Roberto Antolini, l’operaio 45-enne morto ieri presso lo stabilimento Caviro di Savignano sul Panaro nello svolgimento delle sue mansioni.

 

Il lavoratore sarebbe stato impegnato, intorno alle 13.30, nelle operazioni di travaso del vino presso le cisterne dello stabilimento dove, per cause ancora da accertare, avrebbe perso conoscenza.

 

Fai-Cisl Emilia Centrale e Flai-Cgil Modena auspicano che sia fatta velocemente luce su quanto successo in quanto il luogo in cui è stato trovato il lavoratore può far supporre anche il rischio di morte per le esalazioni provenienti dai silos di stoccaggio del vino.

 

 

Fai-Cisl Emilia Centrale e Flai Cgil Modena


Commenti
Non ci sono commenti.
Ultimi articoli in Agorà
Cerca Tutti