Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
Politica locale e nazionale - 18 marzo 2014
Amministrative, Sirotti “Ora via alla campagna elettorale”

 

L’Assemblea comunale del Pd riunita nella serata di lunedì ha votato un odg sul voto

 

Si è tenuta nella serata di lunedì 17 marzo l’Assemblea comunale del Pd che ha analizzato il risultato delle primarie a Modena-città, compresa la coda polemica, e ha provato a superare le tensioni interne per concentrare lo sforzo di tutto il partito nella campagna elettorale, il cui avvio ha tempi strettissimi, nell’ottica di vincere le elezioni amministrative di maggio.

 

“Chiuso il percorso delle primarie, occorre chiudere con le dispute e serrare i ranghi per avviare in tempi rapidi la campagna elettorale, tutti svestano la maglietta dei comitati e indossino quella del Pd”: è questo l’appello che il segretario cittadino del Pd Andrea Sirotti ha consegnato all’Assemblea comunale del Pd riunitasi nella serata di lunedì 17 marzo presso la sede del Circolo Pd Madonnina. “Anche la Commissione provinciale dei Garanti, dopo il Comitato organizzatore e il Collegio comunale dei Garanti, ha sancito la regolarità del voto. Abbiamo un candidato sindaco ed è Gian Carlo Muzzarelli – ha spiegato Sirotti – A questo punto tutti devono portare il proprio contributo di idee per l’elaborazione del programma ed è necessario avviare i tavoli di confronto per la costruzione della coalizione del centrosinistra. Si deve lavorare tutti insieme perché l’obiettivo è un solo: vincere il 25 maggio. Dobbiamo essere pronti a tutte le eventualità, ballottaggio compreso. A questo punto è necessario tornare a parlare con le persone, dei problemi delle persone, dei temi della crisi, della mancanza del lavoro”. Dello stesso tenore il testo dell’ordine del giorno votato a maggioranza dell’Assemblea comunale. “Ora occorre fare quel passo avanti che era già atteso all'indomani delle primarie e che ci viene chiesto con forza dai nostri elettori – si ribadisce nel testo del documento - bisogna riaprire un confronto sereno fra i protagonisti delle primarie, riprendendo le fila del dialogo, ampliando il patrimonio di idee di cui disponiamo al contributo aperto degli elettori e dei cittadini. Occorre tornare alla condivisione di idee e progetti con tutti quelli che nel Partito democratico hanno proposte e programmi per migliorare la vita delle persone, per sostenere le famiglie, per dare un orizzonte di sviluppo positivo alla comunità. C'è da lavorare per aprire i tavoli di confronto con le altre forze del centrosinistra, ci sono da strutturare i programmi: non è più prorogabile, ora che è stata fatta chiarezza, l'apertura della campagna elettorale, per le elezioni amministrative. Abbiamo una squadra completa e di alto livello a disposizione per il governo della città: è' una squadra che deve sviluppare un lavoro comune e che deve essere sostenuta con forza da quanti si sentono parte di quella vasta area politica che trova il maggiore e più forte riferimento nel Partito democratico. Infine - conclude il testo dell’ordine del giorno - è necessario avviare il percorso per la formazione della lista del Partito democratico, composta sulla base del criterio della parità di genere, capace di esprimere le esigenze di rinnovamento, di competenza, di rappresentanza delle sensibilità politiche e sociali e dell’articolazione territoriale, in grado di dare forza e consenso alla proposta politica del Pd”. 


Commenti
Non ci sono commenti.