Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
28 agosto 2014
PROPOSTE AL SINDACO DI MODENA

E’ da diverso tempo che l’attuale Sindaco di Modena annuncia attività di manutenzione ordinaria e straordinaria sulle colonne dei giornali e sui social network. Sappiamo che molto è stato lasciato da fare e tanto ancora c’è da fare. A complicare le cose il partito del “ci vuol ben altro” e del “no” è ben lungi dall’essere andato in vacanza. A questo si aggiunge una crisi senza precedenti e la mancanza di risorse si fa sicuramente sentire.

Non si riesce quasi mai a dire abbiamo completato un’opera, ma è stato realizzato uno stralcio perché spesso sono le risorse che vengono a mancare lasciando le cose a metà. Quello che non possiamo più permetterci è finanziare una progettualità inconcludente, uno sperpero di risorse non motivato da caratteri di necessità e urgenza.

Che si tratti della messa in sicurezza di istituti scolastici, luoghi di culto, telecamere e sistemi di controllo della criminalità, le risorse di fatto continuano a scarseggiare. Si è provato a trovare una soluzione per il pasticcio dei luoghi di ristoro nel parco cittadino ove è complicato perfino gestire bagni pubblici.

Nel frattempo ci rendiamo conto che il degrado in città ha raggiunto vette sconosciute, con intere zone presidiate da disperati fuori dal controllo degli stessi istituti di accoglienza e ricovero. Segno che anche per loro si è toccato il fondo di una crisi che continua a mietere vittime, porta a superare la soglia dei livelli di povertà a migliaia di persone, non riesce ad equilibrare le scarse risorse che arrivano anche di fronte ad un’ondata migratoria eccezionale. I negozi storici abbandonano il centro assieme ai residenti, la città rischia seriamente di perdere le proprie tradizioni e punti di riferimento e vi è necessità di favorire l’afflusso di attività commerciali.

Fa bene il Sindaco ad annunciare le opere e se possibile realizzarle al più presto. Saremo attenti e pronti a sollecitare. Non partiamo da zero e sarebbe ingeneroso non ricordare quello che ha provato a fare il Sindaco Pighi negli anni bui della crisi e del sisma. Quello che chiediamo come UIL al Sindaco Muzzarelli  è di non cessare mai, nel rispetto dei ruoli, a confrontarsi  con le parti sociali, che tanto hanno significato per questa città e tanto possono offrire come contributo di idee e proposte.

SEGRETARIO GENERALE CST UIL MODENA E REGGIO EMILIA


Commenti
Non ci sono commenti.