Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
29 aprile 2014
LA TARI SI PAGHERÀ IN TRE RATE, PRIMA SCADENZA IL 31 LUGLIO

 

Sarà a titolo di acconto, come la seconda, con tariffa 2013 incrementata del 2,85%. Il conguaglio a dicembre. Sarà possibile pagare attraverso domiciliazione bancaria

La prima rata della Tari, il tributo sui rifiuti, ha come scadenza il 31 luglio e sarà semestrale, mentre per la seconda parte dell’anno sono previste due scadenze trimestrali al 30 settembre e 31 dicembre. In attesa del Piano economico finanziario per il 2014, la prima scadenza ed eventualmente la seconda saranno a titolo di acconto, con le tariffe previste per la Tares del 2013 incrementata del 2,85 per cento, ed eventuali conguagli saranno calcolati nell’ultima rata.

Sono alcuni degli elementi previsti nella convenzione con la quale il Comune di Modena affida la gestione della riscossione a Hera spa del tributo comunale sui rifiuti (Tari) e per la regolamentazione della fatturazione e dei pagamenti del servizio di gestione dei rifiuti urbani e assimilati. La delibera è stata approvata dal Consiglio comunale nella seduta di lunedì 28 aprile con il voto favorevole della maggioranza e contrario dell’opposizione. Il documento, riprende le tariffe e scadenze definite per la Tari dalla delibera sull’Imposta unica comunale (Iuc) approvata dall’Aula con le stesse preferenze.

“Fra le novità – ha spiegato l’assessore alle Politiche finanziarie Giuseppe Boschini – la reintroduzione della possibilità del pagamento elettronico con domiciliazione bancaria o tramite bollettino postale, pur non escludendo la soluzione dell’F24 per i cittadini che, avendo un credito erariale, ne facciano richiesta.”.

L’affidamento della gestione della riscossione della Tari a Hera sarà valido alle condizioni della convenzione approvata fino al 31 dicembre 2014 e prorogabile fino al nuovo affidamento da parte dell’Agenzia Artesir.

“Le somme incassate saranno versate al Comune – ha proseguito Boschini – che procederà poi a saldare all’azienda il costo del servizio, che corrisponderà al 2,36 per cento delle somme effettivamente riscosse più Iva, per una stima complessiva di 998.946 euro, di cui fanno parte gli incrementi del fondo per i rischi di mancata riscossione riscontrata intorno al 5 per cento”.

La convenzione prevede anche la gestione della banca dati, i servizi di supporto alla riscossione, come appunto l’invio degli avvisi di pagamento e dei modelli precompilati, la gestione del rapporto con i cittadini.

Per ogni informazione, il punto di riferimento sarà lo sportello di via Razzaboni 80, aperto dal lunedì al giovedì dalle 8 alle 15 e al venerdì dalle 8 alle 13. Sarà attivo anche un numero telefonico gratuito: 800 999004 dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22, il sabato dalle 8 alle 18. Per le chiamate da cellulare si può utilizzare a pagamento il numero 199 500170. Informazioni su www.gruppohera.it.

 


Commenti
Non ci sono commenti.
Ultimi articoli in Agorà
Cerca Tutti