Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
03 gennaio 2014
Qualità della vita a Modena in caduta. E’ tempo di cambiare rotta

 

Un bilancio che dice chiaramente quanto e quale impatto abbia avuto sulla qualità di vita dei modenesi questa giunta: nulla o quasi. – precisa Luca Ghelfi (Ncd) – La verità è che la situazione dopo anni di affermazioni a vanvera sulla percezione del pericolo, o la percezione del degrado, e, ovviamente, la percezione della sicurezza, ora invece è certificata da ogni classifica. A Modena si lavora, e si prova a reagire e quindi il lavoro è un dato in crescita. A Modena si costruiscono enormi parcheggi invece di favorire il trasporto pubblico, e infatti l’ambiente ne risente. Si fanno piste ciclabili un tanto al metro, per vantarne la lunghezza, ma senza sicurezza necessaria, e senza logiche di collegamento precise. A Modena si parla di ambiente, e poi si nicchia sulla raccolta differenziata, e ci si inchina al bisogno di Hera di nutrire il suo inceneritore. La parola green riempie ogni manifesto, e ogni discorso, ma nessuna azione di governo. In compenso il centro storico, uno degli elementi qualificanti dello stile e della qualità di una città, è costantemente sotto attacco, e così si sentono i residenti in perenne mobilitazione per far sentire la propria voce. E’ tempo di cambiare. E la risalita sarà lunga


Commenti
Non ci sono commenti.