Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
Economia - 10 settembre 2014
CCNL ACCONCIATURA ED ESTETICA, RINNOVO PER 200MILA ADDETTI
 
15102009_172327_0.png





 
COMUNICATO STAMPA
 
ACCONCIATURA ED ESTETICA, RINNOVO CONTRATTUALE PER GLI OLTRE 200MILA ADDETTI DEL SETTORE
SODDISFAZIONE IN CASA FISASCAT. DELL’OREFICE: “ACCORDO UNITARIO, ACCANTONATE LE VISIONI IDEOLOGICHE”
 
Roma 9 settembre 2014 – Sono circa 200mila gli addetti del settore acconciatura ed estetica, tricologia non curativa, tatuaggio e piercing per i quali i sindacati di categoria Fisascat Cisl, Filcams Cgil, Uiltucs Uil e le associazioni datoriali dell’artigianato hanno siglato, a 22 mesi dalla scadenza, il rinnovo del contratto nazionale.
L’accordo stabilisce un aumento economico a regime di 60€ con il riconoscimento di 120€ a titolo di una tantum, introduce innovazioni rispetto alle regole del mercato del lavoro recependo il Decreto Poletti e stabilisce nuovi ambiti di intervento assegnati alla contrattazione di secondo livello. Novità anche in tema di apprendistato professionalizzante. Sulla vigenza contrattuale si è stabilito di fissare al mese giugno 2016 la scadenza del contratto nazionale. Le parti si incontreranno entro novanta giorni per stabilire in maniera dettagliata le modalità applicative del diritto di precedenza nelle assunzioni a tempo determinato dei lavoratori con contratto a termine.
La Fisascat commenta positivamente il rinnovo contrattuale.“A differenza del penultimo rinnovo stavolta è emersa la volontà delle parti di perseguire la strada della concretezza e del realismo accantonando visioni ideologiche di nessuna utilità sia per i lavoratori che per il settore, una posizione condivisa che ha consentito di rinnovare il contratto unitariamente” ha dichiarato il segretario nazionale della Fisascat Vincenzo Dell’Orefice.
“Congruo anche il riconoscimento economico per i lavoratori del settore messo a dura prova dalla crisi e dallo stallo dei consumi – ha aggiunto il segretario generale della categoria Pierangelo Raineri – Il nostro impegno proseguirà anche a livello europeo dove da tempo ci siamo attivati affinché la Commissione Europea recepisca al più presto la Direttiva sulla salute e sicurezza, un tema fondamentale per i lavoratori del settore”.
 
Ufficio Stampa Fisascat Cisl Nazionale
 

Commenti
Non ci sono commenti.