Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
08 maggio 2020
Scuola. Barcaiuolo (Fdi): fondi a famiglie in difficoltà per garantire diritto alla studio tramite internet



L'impegno contenuto in una risoluzione in cui il consigliere mette in evidenza che "non tutti gli studenti hanno un’illimitata disponibilità di giga o la possibilità di Wi-Fi nella propria abitazione"
 

Risorse per far in modo che tutti i Comuni della regione possano attivare servizi internet alle famiglie in difficoltà, per consentire il diritto allo studio durante tutta la durata del periodo di sospensione delle attività scolastiche. Questo è l'impegno che chiede alla Giunta Michele Barcaiuolo con una risoluzione in cui mette in evidenza che "non tutti gli studenti hanno un’illimitata disponibilità di gigabyte o la possibilità del Wi-Fi nella propria abitazione" e quindi il loro diritto allo studio viene limitato.

Il consigliere di Fratelli d'Italia spiega nell'atto d'indirizzo che il costo medio di un abbonamento flat è di circa "20euro al mese" mentre per i "pocket Wi-Fi, con una quantità di gigabyte limitata, il costo è di circa 6euro mensili".

Per questo chiede all'esecutivo regionale di "predisporre fondi fra quelli destinati agli enti locali e a quelli della pubblica istruzione" per consentire a tutte le famiglie di attivare servizi internet.

(Andrea Perini)


Commenti
Non ci sono commenti.