Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
02 aprile 2020
Agricoltura. Lega: necessarie misure urgenti di sostegno



Fra le richieste la sospensione delle rate dei mutui, la revisione delle polizze assicurative,l' impegno a trovare manodopera per le raccolte primaverili ed estive
 

Sospensione delle rate dei mutui, revisione delle polizze assicurative, impegno a trovare manodopera per le campagne di raccolta primaverili ed estive prossime venture. La Lega chiede alla Giunta di intervenire a sostegno dell’agricoltura emiliano-romagnola duramente colpita dal binomio Coronavirus-maltempo (siccità e gelate notturne) abbattutosi su un settore strategico dell’economia regionale che già, negli anni scorsi, ha dovuto fare i conti con una congiuntura negativa.

A portare all’attenzione dell’amministrazione regionale il dramma che stanno vivendo i contadini emiliano-romagnoli è il consigliere regionale del Carroccio Fabio Bergamini. Il leghista, in un’interrogazione a risposta scritta e sottoscritta anche da Simone Pelloni, Stefano Bargi, Emiliano Occhi, Michele Facci, Massimiliano Pompignoli, Valentina Stragliati, Andrea Liverani e Gabriele Delmonte, sottolinea come “la situazione dell’agricoltura emiliano-romagnola crea non poche preoccupazioni: l’annata agricola 2019 aveva registrato danni economici ingenti, a causa di eventi climatici avversi e la presenza di alcuni patogeni che, in particolare, avevano arrecato gravi danni al settore frutticolo regionale e, principalmente, al distretto della coltivazione della pera, che conta, in un’area compresa fra quattro province dell’Emilia-Romagna, Ferrara in testa, circa il 70% della produzione nazionale. L’ultima stagione aveva fatto registrare circa 155milioni di danni alla produzione per quel che concerne la coltura della pera dello scorso anno, alle prese con il proliferare sul territorio della cimice asiatica, ma anche per la presenza della maculatura bruna e di altri patogeni”. Bergamini a sostegno delle proprie richieste cita anche le dichiarazioni di Confagricoltura per la quale “il danno economico globale è stato di 267 milioni e 413mila euro per il 2019, cifra che alimenta il rischio di sopravvivenza di svariate aziende agricole locali e dei circa 1.800 posti di lavoro del settore”. Non è stato migliore l’avvio del 2020, con Coronavirus e maltempo che han picchiato duro sui campi e sulle aziende agricole. “L’emergenza Covid-19 mette- sottolinea il leghista- in seria crisi le aziende locali di tutti i comparti produttivi, a causa della difficoltà a impiegare la manodopera necessaria, tra restrizioni forzate negli spostamenti nonché misure di isolamento forzato e quarantena di molti cittadini, cui si aggiunge la siccità dei mesi scorsi, che ha obbligato i Consorzi di Bonifica del territorio ad anticipare al 1° aprile 2020 l’inizio della stagione irrigua. Le gelate notturne delle scorse settimane, inoltre, hanno compromesso la fioritura di alcune coltura tipiche del territorio regionale o, comunque, hanno arrecato importanti contraccolpi all’agricoltura locale”.

Da qui la richiesta di Bergamini e degli altri consiglieri del Carroccio affinché la Giunta si adoperi per “la creazione di un tavolo permanente che coinvolga l’opposizione, oltreché rappresentanti del mondo agricolo, associazioni di categoria, Istituzioni sanitarie e del mondo creditizio, allo scopo di elaborare strumenti idonei e percorsi di snellimento burocratico in grado di fronteggiare l’emergenza in atto per l’agricoltura locale, stimolare il Governo per l’emanazione delle Linee Guida necessarie all’introduzione regolata degli antagonisti naturali dei parassiti e di alcuni patogeni che minacciano la sopravvivenza delle colture”. Inoltre, il leghista invita il governo regionale ad adoperarsi per “una procedura certa per la sospensione dei mutui delle aziende colpite da calamità naturali e che si trovano in estrema difficoltà e a favorire un processo di revisione delle polizze assicurative proposte dagli operatori del sistema, per arrivare alla definizione di strumenti assicurativi maggiormente conformi ed efficaci, rispetto alle mutate esigenze del settore”.

(Luca Molinari)


Commenti
Non ci sono commenti.
Ultimi articoli in Agorà
Cerca Tutti