Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
21 aprile 2020
Elezioni amministrative a Vignola
Terre di Castelli
 

 


Elezioni amministrative a Vignola: vogliamo ricomporre la sinistra e, su base programmatica, costruire una ampia alleanza progressista e democratica per il cambiamento.

A Vignola è aperto il confronto in vista della prossima campagna elettorale, o almeno così sembra, e tutto questo nel cuore dell’emergenza del nuovo, maledetto virus che ha colpito le nostre popolazioni ed il mondo intero, che giustamente è la prima preoccupazione, sanitaria, sociale ed economica dei cittadini. Li dovrebbe rimanere la politica, generando una visione di una "nuova normalità".
"Articolo UNO", che si costituito anche a Vignola ed ha aperto una propria sezione comunale, ha promosso alle ultime amministrative liste civiche unitarie della sinistra, come “Sinistra per Modena” e con gli stessi criteri, alle elezioni Regionali è nata “Emilia-Romagna Coraggiosa”.
Non siamo interessati alle questioni nominali, arriverà il momento delle scelte, ci interessa piuttosto impegnarci in tutte le realtà sulla base degli stessi principi: ricomporre il campo della sinistra, su base politico-programmatica, con un percorso partecipato, aperto alle migliori esperienze e competenze organizzate e diffuse presenti nella nostra comunità. La sfida è impegnativa: costruire una nuova idea di comunità e società dopo l'emergenza. Una visione che abbia al centro lo sviluppo sostenibile che per noi è sociale, ambientale, economica, democratico/partecipativa. Principi, idee e programmi condivisi alla base di una alleanza di progresso e democratica. Per noi, nell’interesse dei cittadini di Vignola, vale un unico sbarramento: nessuna possibile alleanza con la Lega ed il centrodestra. Per la semplice ragione che sono portatori di una cultura liberista, di privatizzazioni sfrenate, anche per servizi essenziali e diritti universali.
Siamo interessati ad avviare, un confronto sui contenuti,  pensando che si debbano prendere in seria considerazione problematiche come la riconversione ambientale, elemento vitale per la stessa sopravvivenza, un conseguente nuovo modello di sviluppo impostato sulla green economy, sui bisogni della persona e non dello sfruttamento o del profitto a ogni costo, un welfare che accompagni il cittadino durante tutto il percorso della propria vita e dove lo Stato, le pubbliche istituzioni esercitino un ruolo di assoluta rilevanza, sia nella gestione che nella governance, l’azzeramento del consumo di suolo, a Vignola in particolare, dove il carico urbano è tra i più alti in assoluto.
Continuiamo a pensare che la partecipazione dei cittadini sia il perno della democrazia: è con loro che vanno tracciate le linee del governo locale, ed è quello che faremo come "Articolo UNO" e come sinistra, ci rivolgeremo a loro per definire un programma amministrativo che tenga al centro ambiente, lavoro, stato sociale, sanità pubblica.
Il civismo rappresenta un rafforzamento imprescindibile della politica del governo locale e della partecipazione, lo sforzo, da praticare e non solo da dichiarare, è quello di entrare su un piano programmatico dal lungo respiro.

Il coordinatore "Articolo UNO" Terre di Castelli
Gianni Balugani
 

Commenti
Non ci sono commenti.
Ultimi articoli in Agorà
Cerca Tutti