Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
23 maggio 2020
Tommaso Simonini nominato coordinatore sassolese di Azione

 

 

Azione, il partito fondato da Carlo Calenda (già Ministro dello Sviluppo Economico), a Sassuolo punta sui giovani con la nomina a coordinatore del trentenne Tommaso Simonini.

 

“Vogliamo costruire la rete di Azione nella nostra Regione – commenta Giulia Pigoni, consigliera regionale ed esponente di Azione – coinvolgendo persone motivate, competenti e fortemente radicate nelle diverse realtà territoriali. Avendo avuto occasione di lavorare con lui nella mia precedente esperienza da assessore alla Cultura a Sassuolo, sono particolarmente contenta che Tommaso Simonini sia diventato il coordinatore sassolese di Azione. Porterà certamene quell’entusiasmo e quella concretezza che ne hanno contraddistinto il percorso all’interno dell’associazione Pandora. Penso che il gruppo locale di Azione potrà crescere molto e fornire un contributo importante al dibattito politico sassolese”.

 

Tommaso Simonini, 30 anni (in foto), è nato a Sassuolo e attualmente lavora come Area Manager presso un’importante azienda ceramica. È conosciuto nel distretto per essere stato fondatore e presidente dell’associazione giovanile Pandora e dello Youth Festival.

 

“Sono appassionato di politica da tanti anni – spiega Simonini – ma ho sempre fatto fatica a ritrovarmi in un simbolo. In passato ho votato partiti diversi tra loro ricevendo spesso delusioni. Non mi piace il tifo da stadio che si è creato nella politica di oggi: guardare a un partito come se fosse una squadra di calcio non ci rende obiettivi. Calenda credo sia molto competente e coerente, l’ha già ampiamente dimostrato. Inoltre è una persona obiettiva: ammette quando un avversario ha ragione ed è capace di fare autocritica. Credo che questa sia la sua più grande qualità”.

 

Il progetto di Azione a Sassuolo è nuovo e giovane, c’è tanto da fare. “Il prossimo passo – aggiunge il neo coordinatore – sarà creare una squadra di persone giovani e preparate; dobbiamo riportare le nuove generazioni al centro del dibattito politico.

Mi dimetto da ogni carica nell’associazione Pandora anche se la sento sulla mia pelle; spero che continui in quello che di tanto bello sta facendo”.

 

Proprio l’attuale presidente di Pandora, Enrico Bellei, spende parole di elogio per Simonini: “Tommi è sempre stato per noi un punto di riferimento. Si è dimesso dalle cariche dell’associazione in modo volontario, per paura di dare un colore politico all’immagine dell’associazione: questo fa capire la sua lealtà e correttezza. È stata una colonna portante dell’associazione e noi tutti gliene siamo grati. Posso dire che la sua caratteristica più importante è la praticità: riesce sempre a tramutare un’idea in realtà. Gli faccio un grande in bocca al lupo, se lo merita. Precisiamo che questa è una sua scelta personale, quindi ribadiamo che l’associazione rimane apartitica, proprio come da sue linee guida, fin dalla fondazione”.


Commenti
Non ci sono commenti.