Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
Società - 09 aprile 2014
Consiglio comunale di San Cesario sul Panaro : decisioni su IMU e TASI

Tasi solo per la prima casa, invariate Imu e Irpef

 

Tasi introdotta solo per le prime case con aliquota fissata al 3 per mille e detrazioni variabili in funzione delle rendite catastali che consentiranno ai contribuenti di versare cifre inferiori a quelle dell’Imu 2012, per un gettito previsto di circa 480.000 euro.

Restano inalterate le aliquote Imu sugli immobili diversi dalla prima casa, al 9,6 per mille per le superfici produttive e al 7,6 per mille per le abitazioni concesse dai proprietari in comodato d’uso gratuito ai parenti in linea retta di primo grado. I fabbricati strumentali agricoli non sono stati sottoposti a tassazione.

Invariata anche l’addizionale Irpef al 4 per mille, con esenzioni per i redditi fino a 10.000 euro lordi l’anno.

 

Questi i provvedimenti più importanti contenuti nel documento approvato dal Consiglio comunale di San Cesario sul Panaro nella seduta di lunedì 7 aprile, resosi necessario in virtù delle nuove norme in materia di tassazione introdotte con la Legge di Stabilità 2014, dato che San Cesario aveva approvato il bilancio per l’anno in corso il 22 dicembre 2013. Definiti anche i regolamenti per l’applicazione della tassa sui rifiuti (Tari).

La tassa sui servizi indivisibili (Tasi) è stata introdotta per finanziare i cosiddetti “servizi indivisibili” che l’Amministrazione comunale ha individuato nella  Polizia municipale, nella pubblica illuminazione,nella manutenzione del verde e delle strade. Il prelievo serve per coprire i minori trasferimenti statali.

 

«La tassazione locale di San Cesario ha aliquote in linea o anche più basse rispetto alla media degli altri comuni della provincia di Modena – commenta il sindaco Valerio Zanni – e nonostante l’ulteriore calo dei trasferimenti statali continuiamo a erogare servizi come il nido di infanzia, il trasporto scolastico l’appoggio agli studenti disabili e il supporto alla quarta sezione della scuola materna, che riteniamo essenziali per garantire una crescita sociale e culturale dei nostri ragazzi. Nel 2014 sarà possibile applicare anche l’IMU sui terreni adibiti ad attività estrattive, dopo che l’agenzia del territorio ha attribuito le rendite catastali».

 

«Altre risorse sono destinate alla manutenzione di strade, parchi e di tutti i luoghi pubblici – aggiunge il primo cittadino – perché crediamo che un paese in ordine favorisca la qualità di vita. Un altro fronte sul quale stiamo destinando risorse sono gli edifici scolastici: abbiamo finanziato interventi di manutenzione per circa 150.000 euro e già realizzato un impianto di fotovoltaico per circa 60.000. Infine, se il Governo darà la possibilità ai Comuni di non considerare ai fini del patto di stabilità gli interventi sull’edilizia scolastica, siamo pronti a realizzare altri lavori per un valore di 420.000 euro».

 

 

 

Il responsabile dell’ufficio stampa

Simone Martarello

cell: 347.8443169

Fax: 051.3371904

e-mail: s.martarello@gmail.com


Commenti
Non ci sono commenti.