Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
13 dicembre 2014
ATTIVITÀ ANTICONTRAFFAZIONE, CONTROLLI E FORMAZIONE

 

Nel corso del 2014 la Municipale ha sequestrato 3.339 prodotti ed elevato sanzioni per 113 mila euro. Oltre 130 presenze alle giornate di formazione al Comando

 

Prosegue l’impegno del Comune di Modena sul contrasto al fenomeno della  contraffazione avviato nel 2013 con il progetto “Modena: insieme contro la contraffazione”, co-finanziato da Anci nazionale, che vede gli operatori impegnati nell’attività di formazione e nei controlli sul territorio. La formazione coinvolge a livello territoriale tutti gli enti competenti ed è appunto finalizzata a supportare l’attività di controllo anticontraffazione della Polizia municipale, che è diventata sistematica e interessa diversi nuclei.

Dall’1 gennaio a oggi sono stati effettuati 83 controlli di cui 69 in materia commerciale e 14 in materia di edilizia, con 22 sequestri di merce. Alcuni controlli sono stati effettuati congiuntamente da Polizia municipale e Forze dell’Ordine, altri da Municipale e Azienda Usl nei cantieri privati, nell’ambito delle verifiche per la sicurezza nei luoghi di lavoro.

Nel corso del 2014 sono stati sequestrati 3.339 prodotti di vario tipo: tessile, abbigliamento, giocattoli, cosmetici, articoli di bigiotteria, prodotti alimentari, occhiali e altro; mentre sono state elevate sanzioni per circa 113 mila euro.

I controlli hanno riguardato l’ambito alimentare in particolare per quanto riguarda la presenza degli elementi obbligatori in etichetta in lingua italiana, le verifiche sulla corretta conservazione dei prodotti, cioè il termine minimo di scadenza e la data, la presenza di marchio CE e la verifica metrica sulle bilance a uso professionale utilizzate per la pesature. In ambito non alimentare, si sono invece concentrati sulle normative riconducibili al Codice del Consumo, per quanto attiene la presenza di informazioni obbligatorie, e alle norme di settore in materia di cosmetici, giocattoli, prodotti tessili, occhiali e altri prodotti.

Sul fronte della formazione, la scorsa settimana presso il Comando di Polizia Municipale si è svolta  l’ultima delle quattro giornate formative che hanno visto complessivamente la presenza di 130 operatori appartenenti a diversi nuclei della municipale di Modena e, in alcuni casi, anche di altri Comuni. L’appuntamento è stato interamente dedicato alla contraffazione agroalimentare sia sotto il profilo legislativo-normativo che sotto quello operativo aprendo la discussione a casi concreti che trovano applicazione nell’ambito delle operazioni di controllo delle merci contraffatte. Il direttore dell’Ufficio delle Dogane di Modena Paolo Di Costanzo, insieme al responsabile settore Accise Giuseppe Alfieri e del responsabile A.E.O. Giovanni Falchetta, ha spiegato il ruolo della Dogana nelle attività di contrasto alla contraffazione, l’importazione dei prodotti e il regime delle accise in riferimento agli alcolici. Gianluca Giuli del Dipartimento ispettorato Centrale della Tutela della qualità repressione frodi ha presentato le competenze dell’ICQRF in materia di contraffazione, i prodotti maggiormente colpiti da frode alimentare e quelli sottoposti a tutela nella provincia di Modena. Il Corpo Forestale dello Stato, attraverso l’intervento del referente regionale per la sicurezza agroambientale e agroalimentare Piacentini, ha affrontato la parte normativa legata alla verifica e all’accertamento in materia di prodotti ortofrutticoli sfusi, le competenza della Polizia municipale e i controlli su area pubblica e attività commerciali su sede fissa. Infine, Daniele Fabbri e Gaetano Liuzzo dell’Ausl di Modena hanno illustrato la normativa sull’etichettatura dei prodotti in vista della prossima applicazione del nuovo regolamento comunitario, in particolare gli aspetti relativi alle date di scadenza, termine minimo di conservazione e controllo del rispetto della catena del freddo.

Inoltre nel 2014 è continuata l’attività di informazione e sensibilizzazione rivolta soprattutto ai giovani, promuovendo anche per l’anno scolastico in corso un itinerario didattico per la scuola secondaria di secondo grado sui rischi della contraffazione, realizzato in collaborazione con l’associazione dei Consumatori.

Per ulteriori informazioni si può consultare il sito Internet del Comune nella pagina dedicata (www.comune.modena.it/politichedellesicurezze/modena-insieme-contro-la-contraffazione).


Commenti
Non ci sono commenti.
Ultimi articoli in Agorà
Cerca Tutti