Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
Società - 25 ottobre 2014
Solidarietà e vicinanza da parte di Confesercenti Maranello all’imprenditore Giovanni Righetti

MARANELLO A SEGUITO DEL TENTATIVO DI RAPINA CONTRO ESERCENTE

Confesercenti: “Presidio territorio imprescindibile nelle ore di apertura e chiusura delle attività”

Plauso al tempestivo intervento delle forze dell’ordine e vicinanza dell’Associazione all’imprenditore: “I negozianti rischiano ogni giorno”

 

Solidarietà e vicinanza da parte di Confesercenti Maranello all’imprenditore Giovanni Righetti che con prontezza è riuscito a sventare un tentativo di rapina rischiando di persona. Plauso alle forze dell’ordine per il pronto intervento, che hanno in questo modo provveduto ad assicurare alla giustizia il rapinatore. Queste le parole dell’Associazione imprenditoriale per il positivo esito di un episodio che avrebbe potuto avere ben altre conseguenze. “Il presidio del territorio è fondamentale a maggior ragione in quelli che sono ritenuti gli orari più sensibili di apertura e chiusura delle attività imprenditoriali – dichiara Confesercenti – La situazione è evoluta al punto che gli operatori commerciali sono ormai troppo spesso vittime di malviventi privi di scrupoli. Ragione per cui riteniamo che la guardia sia da tenere alzata.”

 

“Il rammarico, non lo nascondiamo per questi episodi, il degrado che va diffondendosi e la preoccupazione che monta giornalmente tra cittadini ed esercenti sono l’emblema di una situazione d’insicurezza in via purtroppo di peggioramento – precisa l’Associazione imprenditoriale – Nel condannare fermamente ogni fatto del genere fatto e nel manifestare la nostra vicinanza a tutti gli operatori vittime fi furti e rapine, siamo a ribadire la necessità di interventi urgenti in termini di prevenzione e repressione del crimine. Misure rivolte a tutelare e a garantire la sicurezza necessaria ai cittadini e agli operatori del commercio e dei servizi maggiormente esposti alle minacce, se non alle violenze di malviventi pronti a tutto. Ci rivolgiamo alle istituzioni dello Stato come pure all’Amministrazione comunale, affinché il problema sia affrontato in modo adeguato.”

 

 

 


Commenti
Non ci sono commenti.