Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
17 luglio 2014
CENTRO STORICO, ALL’ASSEMBLEA IN PIAZZA OLTRE 200 PERSONE

 

Il sindaco Muzzarelli: “Siamo qui per ascoltare, ma stiamo già lavorando su diversi ambiti, da mobilità a sicurezza”. E annuncia Casa della Salute all’ex Ospedale Estense

“Siamo qui per ascoltare, anche se abbiamo già incominciato a lavorare su diversi ambiti per la vivibilità del cuore cittadino, dalla mobilità al decoro, fino alla sicurezza”. Lo ha detto il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli, davanti a oltre 200 cittadini in piazza Grande, in apertura dell’assemblea pubblica sul centro storico di questa sera, mercoledì 16 luglio. All’incontro erano presenti, tra gli altri gli assessori Tommaso Rotella (Attività economiche e Promozione della città), Ingrid Caporioni (Centro storico), Gabriele Giacobazzi (Lavori pubblici e Mobilità), oltre al Comandante della Polizia municipale Franco Chiari, che fanno parte del gruppo di lavoro costituito dalla Giunta.

Muzzarelli ha sottolineato l’importanza della partecipazione nelle sue diverse forme (“l’incontro diretto, come stasera, ma anche il web per ascoltare i bisogni dei cittadini e definire le risposte con l’obiettivo di riallacciare i fili di una comunità e garantire coesione sociale”) e all’assemblea ha presentato alcuni dei temi sui quali il lavoro è già stato avviato: dalla creazione di una Casa della Salute nell’ex Ospedale Estense allo spostamento del Sert da via Sgarzeria (“ero oggi in Regione anche per parlare di questo”), dalle iniziative di promozione agli interventi di manutenzione in Corso Duomo e in via Emilia (“i cubetti di porfido verranno collocati nel mese di agosto”), dalla verifica della raccolta differenziata avviata nei mesi scorsi fino all’innovazione del wi fi, alla sicurezza e ai cambiamenti legati alla mobilità e alla sosta.

Nell’ambito del programma che si sta definendo con l’Ausl, in particolare, si è deciso che una delle Case della Salute che si creeranno a Modena avrà sede nell’ex Ospedale Estense, “garantendo al centro storico un servizio importante e innovativo per i residenti”. Le Case della Salute, infatti, si propongono come un nuovo punto di riferimento per la salute dei cittadini e sono pensate come luoghi ai quali rivolgersi in ogni momento della giornata per avere una risposta competente ai diversi bisogni di assistenza che non richiedono il ricorso all'ospedale. Si tratta di strutture sanitarie e socio-sanitarie, dove i servizi di assistenza primaria si integrano con quelli specialistici, ospedalieri, della sanità pubblica, della salute mentale e con i servizi sociali e del volontariato.

Sul fronte della mobilità e della sosta, Muzzarelli ha annunciato la realizzazione del sistema di controlli Citypass “in uscita”, che consentirà non solo di valutare correttamente la posizione di chi entra per errore e subito esce dall’area a traffico limitato, ma anche di controllare che i tempi di permanenza non vadano oltre quelli concessi con i permessi. I fondi necessari alla realizzazione del nuovo sistema (circa 150mila euro) saranno messi a disposizione con la prossima variazione di bilancio, prevista entro la fine del mese di luglio. Confermata anche l’intenzione di intervenire sulle modalità di concessione dei permessi per gli accessi in centro, sui tempi e modi del carico-scarico, e sui contenuti dell’ordinanza della Ztl per migliorarli riducendo la burocrazia e aumentando la flessibilità. Altra novità sulla sosta, il via libera della Regione (con lo sblocco di 170 mila euro) per i lavori all’ex Mercato ortofrutticolo (Moi) di via Ciro Menotti, danneggiato dal sisma del 2012, che restituiranno entro l’autunno ai cittadini un parcheggio molto frequentato alle porte del centro storico.

Muzzarelli ha poi annunciato la presentazione in Regione di un progetto per oltre centomila euro per interventi integrati di sicurezza e qualità urbana nell’area del Parco Ducale, oltre a una iniziativa per la verifica dei negozi etnici che non rispettano le regole e alla convenzione, già allo studio, tra la Polizia locale e i volontari delle associazioni d’arma per intensificare i controlli in centro.

Infine, il sindaco, che era arrivato in piazza dall’inaugurazione della prima serata di “Mercopolitana” (iniziativa delle Associazioni di Via del centro con Modenamoremio, alla quale Muzzarelli ha augurato successo “anche per la creatività, l’innovazione e l’entusiasmo dei commercianti, protagonisti in prima persona”) – ha confermato l’organizzazione dell’incontro di martedì 22 luglio alle 21, dedicato specificamente al tema del commercio in centro storico.


Commenti
Non ci sono commenti.