Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
Società - 01 novembre 2014
Inaugurazione della Mostra dei Calendari Storici dell'Arma dei Carabinieri dal 1928 al 2014
In occasione del 4 novembre l’amministrazione di Castelfranco Emilia ha organizzato alcune iniziative relative alla Festa delle FF.AA. Quest'anno è stato scelto il tema Carabinieri in quanto 70 anni fa moriva a Castelfranco Emilia il Carabiniere Annibale Marinelli, fucilato. Su proposta dell'ANPI locale l’Amministrazione ha organizzato la “Mostra dei Calendari Storici dell'Arma dei Carabinieri dal 1928 al 2014” curata da Guido Masera (collezionista di Torino che ha organizzato la stessa mostra in aprile a Torino presso il Consiglio Regionale del Piemonte) presso il Museo Civico Archeologico Simonini posto in Corso Martiri 204 a Castelfranco Emilia. Alla conferenza di presentazione ha preso la parola il Vice Sindaco Maurizia Cocchi Bonora, l’ Assessore Giovanni Gargano, l’Assessore Samantha Mazzoli, Danilo De Masi, presidente associazione Nazionale Carabinieri di Modena, Iames Cavalieri, Presidente Anpi Castelfranco. Oltre alla mostra sono state organizzate altre iniziative di assoluto valore: il 9 novembre alle ore 10 si terrà la celebrazione 4 novembre con ritrovo in Piazza della Vittoria ed esibizione del corpo bandistico comunale a seguire corteo per le vie cittadine e deposizione di una corona alla lapide dei 73 caduti partigiani castelfranchesi. Il corteo proseguirà alla volta del monumento ai caduti di tutte le guerre per la deposizione di una corona, la benedizione del Parroco Don Remigio Ricci, a seguire saluto ai partecipanti del Sindaco di Castelfranco Emilia, Stefano Reggianini, la manifestazione sarà presieduta da Iames Cavallieri, Presidente dell’associazione A.N.P.I. Sezione di Castelfranco Emilia. Verrà poi celebrata la Santa Messa in occasione dell’anniversario della fine della prima guerra mondiale e festa delle forze armate presso il monumento ai caduti di tutte le guerre. Il 21 novembre Teatro Dadà piazzale Curiel, 26 - Castelfranco Emilia serata conclusiva  "Virgo Fidelis" Patrona dei Carabinieri con il Prof. Michele D'Andrea, già Consigliere della Presidenza della Repubblica che terrà una Lectio Magistralis su "I 200 anni di Storie di Carabinieri" e la presentazione del Libro "Carabinieri custodi della Legge", la presenza dell'Arma nella Provincia di Modena di Danilo de Masi. Durante la serata ci sarà il ricordo al Carabiniere Annibale Marinelli. 

"Sono ben lieto – spiega il Vice Sindaco Maurizia Cocchi Bonora - di poter festeggiare il 4 novembre con queste iniziative organizzate dall'ANPI in collaborazione con ANC coordinamento di Modena per ricordare la figura del Carabiniere Marinelli fucilato per mano nazista 70^ anni fa. Queste iniziative trovano valore nella memoria che una Città non deve perdere rispetto a chi è morto per la libertà di questa Nazione e rispetto a chi ogni giorno, con il proprio lavoro, difende la Giustizia e la Legalità”. Queste le parole dell' Assessore alla sicurezza e alla legalità Giovanni Gargano, motore dell’iniziativa: “I calendari storici dell’Arma si possono ritrovare non solo nelle Caserme e nelle Stazioni ma anche nelle case e nei luoghi pubblici, a testimonianza di quel legame e vivo rapporto di affetto e stima che la popolazione nutre per l'Arma dei Carabinieri. Credo che queste iniziative legate al 4 novembre possano suscitare l'interesse di venire a Castelfranco Emilia per vedere la Mostra aperta fino al 19 Novembre e partecipare alla serata finale al Teatro Dada dove il Prof Michele D'Andrea, già consigliere del Presidente della Repubblica, ci porterà per mano nei 200 anni di storie di Carabinieri con qualche sorriso. In tale occasione verrà presentato il libro scritto da Danilo de Masi "I custodi della Legge" sui 200 anni di presenza dei Carabinieir in provincia di Modena”.“Organizzare una mostra di tale importanza presso il nostro museo – spiega l’Assessore alla cultura Samantha Mazzoli – è il modo per valorizzare ulteriormente il patrimonio artistico e archeologico della nostra città. Nonostante l’iniziativa possa apparire lontana dalla “Cultura” in senso stretto questo è in realtà un esempio di grande e positivo connubio, visto che la mostra stessa si tiene in un luogo evocativo del nostro grande patrimonio. Tale evento sarà anche un modo per mostrare lo splendido Palazzo Piella, che apre le sue porte e da visibilità ai tesori archeologici. Oggi anche la cornice culturale aiuta a promuovere iniziative di alto carattere, è una grande occasione per il Museo e per i cittadini che visiteranno l’esposizione”

Capo Ufficio Stampa Comune di Castelfranco Emila


Commenti
Non ci sono commenti.