Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
Economia - 15 ottobre 2014
INDENNIZZI PER IL COMMERCIO, AUMENTO DEL 50 PER CENTO

 

E’ previsto per il disagio provocato dai cantieri per i quali si riduce la durata minima: da tre a un mese. Rotella in commissione Seta: “Sostegno a operatori”

Sarà del 50 per cento l’aumento degli indennizzi mensili per gli operatori di commercio, artigianato e pubblici esercizi di Modena per il disagio prodotto da cantieri per opere pubbliche di lunga durata. Lo ha annunciato oggi, martedì 14 ottobre, l’assessore alle Attività economiche Tommaso Rotella presentando alla commissione consiliare Seta (Programmazione e assetto del territorio, Sviluppo economico e Tutela ambientale) la proposta di delibera che prevede anche la riduzione a un mese, rispetto agli attuali tre, della durata minima dei cantieri per fare scattare il riconoscimento economico.

“Non possiamo rinunciare alla riqualificazione degli spazi urbani – ha spiegato Rotella che nei giorni scorsi ha illustrato il provvedimento a Rete Imprese – perché essa rappresenta un'azione a vantaggio della città, con ricadute favorevoli proprio sul commercio e sulle attività economiche, oltre che su tutti i residenti. Nello stesso tempo, oggi, a causa della difficile situazione economica, anche un cantiere relativamente breve può costituire un serio impedimento all’efficace svolgimento dell’attività degli operatori commerciali e artigianali ai quali mettiamo a disposizione un sostegno più significativo”.

Il provvedimento, che potrebbe essere discusso in Consiglio comunale già la prossima settimana, prevede anche procedure di pagamento più rapide e la possibilità di “comprendere anche i cantieri di piazza Roma e di corso Duomo che hanno rappresentato un disagio significativo per gli operatori del centro storico”. L’aumento delle cifre rispetto alla delibera del 2003, che prevedeva aggiornamenti triennali, porterà gli indennizzi a 123 euro al mese per attività artigianali e di commercio fino a 100 metri quadri di superficie (186 euro al mese oltre i 100 metri quadri) e a 214,50 euro al mese per ristoranti, pizzerie e bar fino a 100 metri quadri (352,50 oltre i 100 metri quadri).


Commenti
Non ci sono commenti.