Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
Cronaca - 14 agosto 2014
Soccorso Alpino Emilia Romagna – SAER, di un padre con i tre figli dispersi in zona rocciosa tra Fanano e Lizzano

Nella serata di ieri, 13 agosto 2014, i Tecnici della Stazione Monte Cimone e della Stazione Corno alle Scale del Soccorso Alpino Emilia Romagna – SAER – sono intervenuti per recuperare una famiglia in difficoltà in una zona impervia e roccioso.

L’intervento ha avuto luogo al confine tra il territorio montano modenese e quello bolognese, tra i comuni di Fanano (Mo) e Lizzano in Belvedere (Bo), ed esattamente tra il Lago di Pratignano e Poggiolforato.

Erano circa le 19 quando un uomo di 50 anni residente a Vergato, che si trovava in montagna con i tre figli, tutti minori, per un’escursione, ha perso il sentiero, proprio in un tratto poco segnalato e inutilizzato. A causa del terreno roccioso ed esposto, difficile anche dal punto di visto tecnico, la famiglia si è ritrovata in bilico all’interno di un canale a strapiombo, non riuscendo più ad avanzare o a retrocedere. Complice il buio, il padre ha quindi preferito fermarsi e chiamare i soccorsi.

Dopo la telefonata al 112, sono stati attivati i Tecnici del Soccorso Alpino delle due Stazioni, che una volta sul posto, guidati dalle indicazioni, seppur parziali, fornite al cellulare dal padre, hanno avviato le ricerche dei dispersi, avanzando in parte dall’alto e in parte dal basso, per cercare di accerchiare i quattro.

Dopo un’ora di ricerche, la famiglia è stata avvistata. Per recupera padre e figli, vista la zona impervia, i Tecnici del SAER hanno utilizzato imbrago e corde, secondo gli standard tecnici del CNSAS.

I quattro sono stati poi riaccompagnati alla loro automobile, che hanno raggiunto intorno alle 21, 30, fortunatamente illesi.

 

Milena Vanoni

Addetto stampa

Stazione Monte Cimone

Soccorso Alpino Emilia Romagna

Cell. 3384617573


Commenti
Non ci sono commenti.
Ultimi articoli in Agorà
Cerca Tutti