Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
23 ottobre 2020
MIRANDOLA: SENSIBILIZZATE LE FORZE DELL’ORDINE PER VERIFICARE LA POSSIBILITÀ DI UN COORDINAMENTO FINALIZZATO AL PRESIDIO DEL TERRITORIO H 24

 

 

Valutare la possibilità di un coordinamento tra le forze dell’ordine, finalizzato ad un presidio del territorio continuativo e costante nell’arco dell’intera giornata. È questa la richiesta che il Sindaco di Mirandola Alberto Greco unitamente all’Assessore alla Sicurezza Giuseppe Forte hanno avanzato ai presidii delle forze di polizia – Commissariato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Locale - presenti nella città dei Pico.

 

L’obiettivo della proposta effettuata dall’Amministrazione comunale, va nella direzione tracciata dal programma di mandato e cioè di operare, al fine di garantire la sicurezza dei cittadini. “Rinnovando il nostro impegno a riguardo e garantendo la nostra piena collaborazione con chi opera per la tutela della sicurezza pubblica – aggiunge il Sindaco Greco - abbiamo ritenuto opportuno sensibilizzare le forze dell’ordine al fine di verificare la possibilità di un’attività di coordinamento, finalizzata ad una presenza costante e continua di pattuglie, tanto nel capoluogo che nelle frazioni. E, da svolgersi nell’arco delle 24 ore. La presenza degli operatori può essere percepita dai cittadini come un punto di riferimento e di sostegno. Oltre che rappresentare una forma di deterrenza concreta verso ogni tipo di reato predatorio, contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, mantenimento dell’ordine pubblico.”

 

“L’Amministrazione comunale di Mirandola – spiega Forte - ha inoltre implementato con un notevole sforzo economico i contributi all’installazione di sistemi di videosorveglianza locale: certamente un importante strumento di deterrenza nei confronti degli episodi criminosi, ma che senza adeguato supporto di personale volto al presidio del territorio non può essere chiaramente risolutivo e contenitivo di comportamenti disonesti e illeciti. In merito a ciò abbiamo anche interessato nei giorni scorsi il Comando dei Carabinieri affinché possa essere presa in considerazione l’opportunità di incrementare la forza effettiva sul territorio comunale.”

 

“Siamo consapevoli dello sforzo profuso dalle forze dell’ordine e del loro impegno indefesso nonostante gli organici ridotti. Per questo un coordinamento – prosegue Forte - potrebbe di sicuro contribuire a dare non solo un grande impulso all’attività di controllo e prevenzione, ma rappresenterebbe anche per la comunità una sicurezza e una maggiore tutela al contenimento delle azioni disoneste, potendo contare su una costante e continua attività di sorveglianza da parte degli uomini delle forze dell’ordine.”  

 

L’Assessore alla sicurezza del Comune di Mirandola inoltre ricorda il sostegno dell’Amministrazione alla proposta del SIULP avanzata ad inizio 2020, rispetto alla necessità di un rafforzamento della Questura di Modena elevandola di fascia rispetto alla situazione attuale. “Comporterebbe un aumento di personale e mezzi in tutta la provincia, con benefica ricaduta su ogni singolo comune. E nel nostro caso specifico, pensiamo a cosa significherebbe per Mirandola e le sue frazioni, tra i territori più grandi d’Italia.”

 


Commenti
Non ci sono commenti.