Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
05 giugno 2020
Mobilità. Piccinini (M5s): dirottare incentivi su auto elettriche e nuove centraline di alimentazione





La Cinquestelle chiede alla Giunta un'azione congiunta di università e imprese per rafforzare la mobilità sostenibile: "In Emilia-Romagna è ancora più importante che altrove"
 

Servono agevolazioni per l'acquisto di auto private elettriche e nuovi punti di alimentazione. Lo chiede Silvia Piccinini del Movimento 5 stelle, che con una risoluzione sollecita la Giunta a promuovere un'azione congiunta di centri di ricerca, università e imprese per l'innovazione tecnologica in direzione della mobilità elettrica.

"È necessario orientare con forza verso l'elettrico gli incentivi regionali e gli sforzi diretti a realizzare un'ampia, capillare ed efficiente infrastruttura di alimentazione", ribadisce la consigliera. "In Emilia-Romagna è più necessario che altrove scegliere con decisione, rapidità e diffusività mezzi elettrici per gli spostamenti quotidiani di persone e merci, non solo per il trasporto pubblico o collettivo, ma anche per la mobilità individuale e familiare".

La Regione, ricorda la pentastellata, da tempo ha messo in campo agevolazioni per mezzi a metano, a gpl, a propulsione ibrida e solo in piccola parte per quelli ad alimentazione elettrica: "Bisogna prendere in esame al più presto un piano di agevolazioni per l'acquisto o l'utilizzo di automezzi privati ad alimentazione elettrica, graduando gli incentivi in questa direzione e concentrandoli prevalentemente sugli autoveicoli elettrici."

(Giulia Paltrinieri)


Commenti
Non ci sono commenti.