Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
10 gennaio 2020
MIRANDOLA, SABATO 11 GENNAIO, BIBLIOTECA “E. GARIN”, ORE 9.30: NUOVO APPUNTAMENTO PER BAMBINI CON “LEGGIAMO NOTE E SUONIAMO PAROLE”

 

Sabato 11 gennaio 2020, presso la Biblioteca comunale "E. Garin", alle ore 9.30 e alle ore 10.45, "Leggiamo note Suoniamo parole", laboratori per genitori e bambini dai 3 ai 6 anni, con Antonio Salzano. Un momento rivolto ai piccoli da trascorre tra letture e musica curato dai ragazzi della Fondazione "C. G. Andreoli". I bimbi parteciperanno, ascoltando brani musicali, ma anche utilizzando piccoli strumenti messi a disposizione per l'occasione. Prenotazione obbligatoria. Tel. 0535 29778, o biblioteca.mirandola@comune.mirandola.mo.it

 

MIRANDOLA, SABATO 11 E DOMENICA 12 GENNAIO: ULTMIO FINE SETTIMANA CON LA VI MOSTRA DEI PRESEPI. DOMENICA PREMIAZIONE DEI BIMBI CHE HANNO PARTECIPATO AL CONCORSO “VOTA IL PRESEPE …PIU’ BELLO

Ultimo fine settimana con i presepi. Si concluderà infatti domenica 12 gennaio, la VI edizione della Mostra dei Presepi allestita presso la sala mostre di via Luosi 49 (ex Pini), nella Sala “Santa Maria Maddalena”. Con ingresso libero e curata, come ogni anno, da Giancarlo Bruini, l’esposizione dei presepi sabato 11 e domenica 12 gennaio 2020 osserverà i seguenti orari d’apertura: dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 18.30. Per gruppi (10 persone) e scolaresche è possibile organizzare aperture straordinarie contattando il nr. 347 2797447. La mostra è organizzata dalla Consulta del Volontariato e dall’Associazione Amici della Consulta in collaborazione con la parrocchia di Santa Maria Maggiore di Mirandola, il Comune di Mirandola e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola. L’apertura dell’esposizione è garantita grazie alla disponibilità dei volontari di tante associazioni mirandolesi. Si ricorda inoltre che, sempre domenica 12 gennaio, presso la mostra saranno premiati a partire dalle ore 17.00 tutti i bimbi che hanno partecipato alla prima edizione del concorso indetto dal Comune di Mirandola “Vota il presepe … più bello”. 

 

MIRANDOLA, DOMENICA 12 GENNAIO, DUOMO DI SANTA MARIA MAGGIORE: “CONCERTO DI INIZIO D’ANNO”

Un concerto per augurare alla città, ai suoi abitanti e a tutti in generale un sereno 2020. Si terrà domenica 12 gennaio 2020 in Duomo a Mirandola. Il “Concerto di Inizio d’anno” a chiusura del percorso dei presepi, patrocinato dal Comune di Mirandola - e realizzato con la collaborazione di: Consulta del Volontariato di Mirandola, Amici della Consulta, Santa Maria Maggiore, Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola, Coro Città di Mirandola – avrà inizio alle ore 16.00. Ad esibirsi, diretti dal maestro Lucio Carpani al pianoforte, saranno il Coro città di Mirandola e il Coro Giovanile “Augusta”.

 

MIRANDOLA, LUNEDI’ 13 GENNAIO, AUDITORIUM MONTALCINI “SPIRA MIRABILIS” BEETHOVEN SINFONIA N. 2

Il nuovo anno inizia con un progetto d’eccezione che vede la Spira mirabilis impegnata nell’esecuzione della Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 36, di Ludwig Van Beethoven, lunedì 13 gennaio alle ore 21.00 presso l’Auditorium Rita Levi Montancini di Mirandola (Via 29 maggio, 4). Ingresso libero, prenotazione consigliata presso la Scuola di Musica di Mirandola: tel. 0535.21102. “Non è insolito – spiegano i musicisti – che Spira mirabilis affronti una partitura beethoveniana: non di rado infatti il genio di Bonn ha accompagnato la Spira nelle sue tournée, e negli ultimi anni a Formigine e nella Bassa Modenese colpita dal terremoto sono state eseguite tutte le sue sinfonie, alcune in più di un’occasione. Tutte tranne la Seconda, scelta per il primissimo progetto di Spira mirabilis nel lontano 2007, quando ancora la sede formiginese era di là da venire, e poi mai più riproposta. Finalmente la Spira decide, dopo dodici anni, di riprendere da dove aveva iniziato offrendo alla Bassa Modenese la prima esecuzione della Seconda Sinfonia op. 36, e allo stesso tempo sceglie di intraprendere una nuova avventura: per la prima volta infatti affronterà Beethoven suonando su strumenti antichi, continuando il percorso di ricerca musicale iniziato con Haydn e Mozart e che oggi si apre al grande repertorio ottocentesco”. Del grande compositore tedesco ricorre nel 2020 fra l’altro il 250esimo dalla nascita, avvenuta nel 1770, per cui in varie parti del mondo sono programmate celebrazioni ed eventi.

 


Commenti
Non ci sono commenti.