Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
30 luglio 2020
Approvato l’ordine del giorno di Europa Verde collegato al Pdl “Interventi urgenti per il settore agricolo e agroalimentare”.

 

Approvato l’ordine del giorno di Europa Verde collegato al Pdl “Interventi urgenti per il settore agricolo e agroalimentare”.

Silvia Zamboni, consigliera regionale del Gruppo Europa Verde e Vice Presidente dell’Assemblea legislativa: “Grazie al nostro ordine del giorno i prossimi bandi regionali prevederanno strumenti premiali per preservare gli ecosistemi agricoli, tutelare le razze di bestiame autoctone e a rischio estinzione e per promuovere l’agricoltura biologica e i metodi di coltivazione a residuo di pesticidi zero”.

 

Bologna, 29/07/2020 - L’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna ha accolto con 37 voti a favore e sole tre astensioni l’Ordine del giorno del Gruppo Europa Verde che, nell’ambito del Progetto di legge "Interventi urgenti per il settore agricolo ed agroalimentare" approvato oggi, sollecita la Giunta regionale a prevedere contributi e strumenti premiali, in sede di redazione dei prossimi bandi, per azioni mirate a preservare e valorizzare gli ecosistemi connessi all’agricoltura e alla silvicoltura e a promuovere pratiche e metodi di coltivazione biologici e a residuo zero di pesticidi.

Più in dettaglio, l’odg di Europa Verde introduce contributi e strumenti premiali per azioni mirate a 1) preservare, ripristinare e valorizzare gli ecosistemi connessi all’agricoltura e alla silvicoltura, 2) incentivare l’uso efficiente delle risorse e il passaggio a un’economia a basse emissioni di carbonio e resiliente ai cambiamenti climatici che impattano sul settore agroalimentare e forestale, 3) promuovere e diffondere pratiche e metodi di coltivazione biologici e a residuo zero di pesticidi; a valorizzare le razze di bestiame autoctone nell’ambito dei programmi annuali per la raccolta dati in allevamento tesi alla realizzazione dei programmi genetici, e a sostenere la biodiversità delle razze a rischio di estinzione. Inoltre apre le porte della Consulta Agricola regionale alle organizzazioni professionali della filiera biologica che ora ne sono escluse.

“In questa difficile fase di crisi economica che ha colpito anche il settore agricolo e agroalimentare - afferma la Consigliera regionale e Vice Presidente dell’Assemblea legislativa Silvia Zamboni - è importante sostenere le aziende agricole. Con l’odg approvato oggi, puntiamo a promuovere il metodo di coltivazione che coniuga insieme il pieno rispetto della sostenibilità ambientale e della salute dei consumatori finali come fanno le aziende della filiera biologica e quelle che puntano al residuo zero di sostanze chimiche di sintesi. A tal fine l’ordine del giorno di Europa Verde approvato oggi valorizza le competenze delle organizzazioni professionali della filiera biologica impegnando la Giunta a coinvolgerle nell’ambito dei lavori della Consulta Agricola Regionale quando si trattano temi afferenti l’agricoltura biologica”.

 

 

 


Commenti
Non ci sono commenti.