Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
13 ottobre 2020
Chi fa ricco il Covid

Mai come ora gli interessi sono bassi e vantaggiosi. Tradotto: se hai i soldi ti presteranno volentieri i soldi e potrai fare soldi. Ma se non ne hai o ne hai pochi, cerca di capire!, il momento è difficile.

 


Uno studio della banca Ubs ci fa sapere che durante la pandemia chi era già ricchissimo lo è diventato di più. I 2.189 plurimiliardari, da aprile a luglio, hanno ingrossato il loro portafogli del 27,5%. Come è stato possibile? Hanno scommesso sulla ripresa dei mercati azionari, che hanno toccato il loro punto più basso durante i lockdown. Hanno cavalcato la tempesta al ribasso e poi hanno guadagnato anche sul rialzo.
Quando hai tanti tanti soldi riesci a indirizzare i mercati per domarli alle tue aspettative; tanto a rimetterci sono i piccoli risparmiatori e gli investitori da pochi soldi, vittime predestinate.
Sentivo ieri un’intervista radiofonica in cui un rappresentante del sistema bancario evidenziava due aspetti: le banche sono molto restie e attente (eufemismi) a concedere prestiti e mutui, soprattutto a lungo termine, vista l’incertezza del futuro. Nel contempo mai come ora gli interessi sono bassi e vantaggiosi. Tradotto: se hai i soldi ti presteranno volentieri i soldi e potrai fare soldi. Ma se non ne hai o ne hai pochi, cerca di capire!, il momento è difficile.
Dovrebbero essere le istituzioni a difendere i più deboli affinché non vengano schiacciati, proteggendoli con leggi e servizi, come in parte hanno fatto. Ma le istituzioni sono governate dalla politica, la cui debolezza è sotto gli occhi di tutti.
“Mala tempora currunt”; forse l’ha detto Cicerone, ma senz’altro lui non ha completato la frase; ci ha pensato il popolo con: “sed peiora parantur” (corrono brutti tempi ma se ne preparano di peggiori), che per i modenesi fa :”Tinet strêt a la piopa” e a casa di Venturi: “Speranza dei malvestiti che vada un buon inverno”.
No, non credo sarà un buon inverno.

 


Commenti
Non ci sono commenti.