Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
15 settembre 2020
Violenza a tutti i livelli

Chi mi segue sa bene come la penso sui sanculotti grillini: il peggio del peggio che ci poteva capitare in questo momento tragico per la nostra Patria. I capi e capetti della banda di Robespierre sono riusciti a fare passare il messaggio che la riduzione dei parlamentari sarà la panacea di tutti i mali dell’Italia. Niente di più sbagliato!

 


Tira un’aria brutta. In poco più di una settimana due morti e due aggressioni, quest’ultime a sfondo politico. Il mio primo pensiero da genitore va alle famiglie delle due giovani vittime, anche se le parole in questo caso valgono poco. Le foto di Willy e di Maria Paola sorridenti, parlano per loro. Adolescenti con tanta voglia di vivere uccisi dalla violenza di persone che non hanno nessuna cultura del rispetto della vita umana. Tanto si è parlato e detto che sarebbe inutile ripetersi. Solo qualche riflessione sul comportamento di chi si è accanito su un giovane già a terra. Secondo la cronaca, i quattro non erano alla loro prima rissa e, come si diceva una volta, già attenzionati dalle forze dell’ordine. Lancio una proposta: a chi si è reso responsabile di risse o atti violenti, deve essere interdetta la frequentazione a certe palestre in cui si praticano arti marziali troppo spesso definite di autodifesa.

L’aggressione al “soldato” Matteo Salvini, invece, non mi sorprende per niente. Alla fine doveva accadere. Al di là delle parole di solidarietà ricevute, ci sono state anche note stonate di compiacimento e questo la dice lunga sulla democrazia in Italia. Mi sembra di essere tornato alla giovinezza, quando i comizi di Giorgio Almirante finivano spesso con cariche della polizia ed era comico ascoltare i commenti dei vertici del PCI.

Chi mi segue sa bene come la penso sui sanculotti grillini: il peggio del peggio che ci poteva capitare in questo momento tragico per la nostra Patria. I capi e capetti della banda di Robespierre sono riusciti a fare passare il messaggio che la riduzione dei parlamentari sarà la panacea di tutti i mali dell’Italia. Niente di più sbagliato! Comunque, lasciamo da parte il quesito referendario e parliamo di lui, il loro padre e padrone, il Robespierre ligure. Diciamo subito che al collega di Rete 4 Francesco Selvi, cui va la solidarietà di tutti i giornalisti liberi, è andata bene: solo cinque giorni di prognosi. Ripeto, però, che se gli italiani si faranno ancora abbindolare da questi dilettanti della sottocultura, saranno guai ben peggiori. Purtroppo, al momento ci dobbiamo tenere questo.  Per ultime, faccio mie le parole di Paolo Del Debbio che ha commentato l’accaduto e il suo finale. - …..sei proprio un poveraccio e ho speso anche troppe parole -.


Commenti
Non ci sono commenti.
Numero corrente