Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
14 gennaio 2020
Buon viaggio!

Suona decisamente beffardo l’augurio di “Buon viaggio” al termine dei vari notiziari sulla viabilità … quando poi l’incolpevole utente delle strade italiane, di ogni regione, di ogni città grande e piccola, è, di fatto, gettato in pasto ad un mostro con cinque fameliche teste che si chiamano degrado, incuria; assenza di manutenzione; falsificazione dei controlli; dissesto idrogeologico. Un mostro che, ogni giorno, sembra esigere un tributo, talvolta pesantissimo.

 


La radio è la compagna fedele   dei viaggi in auto, lunghi o brevi. La RAI, in particolare, ha nella sua programmazione anche i cosiddetti programmi di pubblica utilità, come quelli che si alternano ai notiziari, Rai CCISS e CCISS - Viaggiare informati. Utilissimi sia per le condizioni del traffico e meteo, segnalano eventuali interruzioni, incidenti, altri problemi alla viabilità. Terminano con l’esortazione alla prudenza e l’augurio di Buon viaggio. L’esortazione alla  prudenza, non solo nella velocità, ma anche e soprattutto nella responsabilità di mettersi alla guida in condizioni psico fisiche adeguate, è sacrosanta, ma  se da una parte è messa in pratica, dall’altra si devono fare i conti con chi disattende a  qualsiasi esortazione e si mette al volante sotto l’effetto di stupefacenti e/o con tasso alcolemico superiore a quello consentito, causando terribili incidenti agli utenti della strada, siano essi altri automobilisti o pedoni.  

L’augurio di Buon viaggio, poi, appare decisamente beffardo… quando l’ignaro e incolpevole utente delle strade italiane, di ogni regione, di ogni città grande e piccola, è, di fatto, gettato in pasto ad un mostro con cinque fameliche teste che si chiamano ammaloramento di viadotti, ponti, strade, gallerie; incuria, assenza di manutenzione, falsificazione dei controlli, dissesto idrogeologico. Un mostro che, ogni giorno, sembra esigere un tributo.  Talvolta provoca  “solo”  danni alle cose, un’ondulina che cade, dei calcinacci che si staccano dalla volta in galleria, una strada che collassa... ma quando crolla un ponte, quando letteralmente si spezza un viadotto  il tributo è anche in vite umane, un intollerabile sacrificio, inaccettabile, soprattutto perché evitabile, soprattutto perchè causato dalla cattiva condotta dei responsabili.
La manutenzione, assente o insufficiente, ha portato a condizioni allucinanti di viadotti, ponte, strade, gallerie, in tutto il territorio nazionale.

L’incuria, la negligenza, il pressappochismo e la somma incoscienza, fanno sorvolare su situazioni di obsolescenza, degrado e sfacelo vero e proprio.Chi doveva effettuare i controlli non li ha fatti oppure, se li ha eseguiti, ha pensato bene di falsificarli, nascondendo colpevolmente tutti i guai.  Lo stesso dissesto idrogeologico, legato alla tipologia delle varie zone, è troppo sovente trascurato, mal gestito, non tenuto nella debita considerazione dagli amministratori locali e dalle autorità centrali.

Che dire… sia l’esortazione alla prudenza, sia il "Buon viaggio"  di prammatica, con i qual ci subissnao, appaiono quantomeno beffardi.

^^^^^^^^^^^^^^

Come di consueto, qui di seguito presento brevemente il numero on line da oggi. I titoli in grassetto sono link che portano direttamente ai relativi pezzi. Questo per consentire anche a chi ha poco tempo, di poter sfogliare più facilmente il giornale.

Buon viaggio!

A.D.Z.

Donald Trump, oltre al manuale per giocare a golf…

Massimo Nardi

… leggi anche qualche libro di Storia. Qualcuno dica a Conte e a Di Maio che la politica estera non è il gioco Diplomacy.

L’altalena di Penelope

Alberto Venturi

In Italia una grande muraglia sarebbe impossibile; dopo cento anni saremmo ancora ai primi cinquanta metri e ci sarebbe costata come tutta l’opera. Siamo diventati una nazione prigioniera di sé stessa.

Inganni economici

Paolo Danieli

Più volte abbiamo denunciato come alla radice di tutti i problemi che investono la vita di noi tutti c’è un fatto che va a sovvertire valori e assetti della società: il predominio dell’economia sulla politica. Da che mondo è mondo è sempre stata la politica a dare gli indirizzi e a fare le scelte che riguardano la vita dei cittadini. L’economia, per quanto importante, è sempre stata un suo strumento.

Il ruolo delle "Sardine"

Eugenio Benetazzo

Si stanno osannando mediaticamente le sardine oltre ogni ragionevole buon senso. Chi vive a Bologna è ben conscio di come questi ragazzi siano stati già etichettati come i Prodi Boys. Le elezioni regionali dell’Emilia Romagna rappresentano pertanto un primo banco di prova per testare la validità di questa nuova marketing strategy: le stesse sardine non si rendono conto di essere state strumentalizzate per il conseguimento di obiettivi di terzi. 

La solitudine al potere: Hammamet

Francesco Saverio Marzaduri

Hammamet, ultima fatica di Amelio, in cui il nome di Bettino Craxi non è mai menzionato (ci si limita a una C declamata dal secondogenito), e in cui per questioni di privacy gli altri personaggi, familiari e membri del Partito, recano nomi cambiati. 

Buona settimana e buona lettura del n. 685 – 374 .


Commenti
Non ci sono commenti.
Numero corrente