Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
16 aprile 2019
Quando c'è la salute...

Abbiamo visto soubrettine e altre non precisate professioniste collocate in comodi posticini con incarichi politici; abbiamo visto mogli, mariti, figli, nipoti, parenti e affini vincere appalti, concorsi vari e accedere a lucrose altre attività, grazie a spintarelle e concorsi truccati. Ci sono settori, tuttavia, come la Sanità, nei quali questo meschino malcostume è ancora più inaccettabile e criminale. Forse è troppo, chiedere di rispettare almeno la sofferenza degli ammalati, i quali hanno diritto all'efficienza, alla preparazione, alla competenza...non alla corruttela.

Alberto Sordi, protagonista del film  "Il prof. dott. Guido Tersilli primario della clinica Villa Celeste convenzionata con le mutue" . Fotogramma  tratto dalla pellicola  del 1969. 


Lo stillicidio di notizie su scandali, raccomandazioni, concorsi e appalti truccati, ingenera, purtroppo, una sorta di mitridatizzazione che impedisce di avvelenarsi il sangue, di intossicarsi la giornata, quando ci si imbatte in promozioni inspiegabili, in scavalcamenti inverecondi, in sgomitate senza dignità.

E cosa nota che il merito sia penalizzato pressoché ovunque, così come l'eccellenza, con emerite nullità assurte ai più svariati ruoli e incarichi... Questo è l'andazzo, con eccezioni veramente sempre più rare. Opporsi è impossibile, troppo diffuso e potente è questo sistema. Ci sono settori, tuttavia, nei quali questo meschino malcostume è ancora più inaccettabile e criminale. Non si scherza con la salute e la vita delle persone. O, almeno, non si dovrebbe.

In ordine di tempo, l'ultimo scandalo riguarda quanto avveniva nella Sanità umbra. (Uno dei molti articoli cliccando su questo link).

Dopo un'accurata indagine, è emerso un sistema, una macchina perfettamente collaudata, per escludere i meritevoli favorendo gli amici, i protetti a vario titolo, persino le amanti che, come nelle vaudeville di quartordine era prassi comune intrattenere in "lieti conversari"...diciamo... in ufficio.

Si arrivava a punteggi arbitrariamente abbassati a concorrenti che non avevano "santi in paradiso" per favorire parenti, amici, raccomandati e raccomandate varie... Il tutto fatto con un'allucinante disinvoltura, con indifferenza suprema per gli ammalati come emerge dalle numerosissime intercettazioni. Dai dirigenti, alle infermiere, dai primari, ai contabili, tutto era pilotato, al fine di sistemare alcuni raccomandati escludendo i veri vincitori, i veri meritevoli.

L'Azienda ospedaliera di Perugia funzionava così... E ancora siamo agli inizi. ne vedremo ancora delle belle. Belle si fa per dire.

Abbiamo visto di tutto in questi anni, soubrettine e altre non precisate professioniste collocate in comodi posticini con incarichi politici; abbiamo visto mariti, mogli, figli, nipoti, parenti e affini  di politici e di notabili in generale, vincere appalti, concorsi e accedere a lucrose altre attività, grazie a spintarelle, concorsi truccati, paroline ben piazzate qui e là... ricatti persino. Di tutto, abbiamo proprio visto di tutto. Sembra un sequel del film che ancora, dopo cinquant'anni esatti, ci fa ridere amaramente, "Il prof. dott. Guido Tersilli primario della clinica Villa Celeste convenzionata con le mutue" .

Ma questo non è un film, è la realtà, fatta di gente che non rispetta nulla, gente verso cui cade nel vuoto anche la richiesta di rispettare almeno la sofferenza degli ammalati, i quali hanno diritto all'efficienza alla preparazione, alla competenza, alla salute ... non alla corruttela.

 

^^^^^^^^^^^^^^

Come di consueto, qui di seguito presento brevemente il numero on line da oggi. I titoli in grassetto sono link che portano direttamente ai relativi pezzi. Questo per consentire anche a chi ha poco tempo, di poter sfogliare più facilmente il giornale.

 

Quando c'è la salute...

di A.D.Z.

La resa dei conti in FI è rimandata a dopo le elezioni Europee

di Massimo Nardi

Elisabetta Gardini lascia FI, Toti rimanda l’uscita per vedere come va finire il partito dopo le elezioni Europee. Come fece Almirante nel 72, assorbendo i monarchici, Salvini e Meloni aspettano sulla riva i naufraghi del transatlantico Forza Italia.

Prima i valori o il contratto?

di Diego Marchiori

Il disegno di legge delega approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 febbraio scorso in cui si vuole riscrivere il codice civile inserendo i contratti pre-matrimoniali, di fatto privatizza l’istituto del matrimonio come un qualsiasi contratto commerciale.

63° edizione Ragno d'oro Unicef

Articolo e servizio fotografico di Corrado Corradi

Nella splendida cornice di Villa Cesi, Riccardo Benini ha condotto con la consueta professionalità la serata di premiazione del prestigioso riconoscimento, riservato  alle figure professionali di Modenesi per nascita o per adozione che in Patria o all’estero con genialità e intraprendenza, onorano la città di Modena.

Eterofobia

di Eugenio Benetazzo

In questo momento epocale si intuisce piuttosto facilmente come esista e sia ridondante una tendenza mondiale volta a sovvertire gli equilibri sociali ed i comportamenti sessuali che le leggi naturali hanno invece forgiato per milioni di anni. La popolazione umana deve modificare il suo naturale orientamento sessuale, prediligendo una sessualità incentrata sulla diversità di genere, quasi come se tutto questo fosse un mantra imperante imposto dall’alto. Chiunque sia eterosessuale infatti rappresenta secondo questa logica di pensiero una minaccia.

Buona settimana e buona lettura del n. 650 - 335


Commenti
Non ci sono commenti.