Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
04 febbraio 2020
Siamo tutti sotto lo stesso cielo

Ogni tanto ricordiamo di essere i rissosi, spreconi, arroganti e impauriti abitanti dello stesso “condominio Terra”. Siamo divisi da razze, lingue, ideologie, interessi economici, costumi, abitudini, confessioni religiose… eppure tutti con un destino comune, tutti sotto un unico cielo. E, nell’immagine che ho usato come copertina, sembra davvero un inquietante firmamento il Coronavirus, ingrandito al microscopio elettronico. 

 


                                                                                                                                                        

Gli italiani, notoriamente un popolo di Commissari Tecnici… si sono rivelati in questi concitati giorni anche esperti epidemiologi e, così come dissertano di formazioni e tattiche calcistiche, altrettanto fanno con il Coronavirus. A seconda della scuola di pensiero, chi non si preoccupa verrà accusato di incoscienza e chi, invece, si preoccupa, verrà accusato di isteria. Così va il mondo, si sa. Benché, francamente, trovo sia un atteggiamento comunque difficile da comprendere, quello di chi, non si sa bene sulla scorta di quali immense conoscenze, arriva a ironizzare sulle preoccupazioni e sulle paure… davanti alle immagini di città presidiate militarmente, con notizie sempre più allarmanti sul contagio, sui decessi, sull’inadeguatezza delle misure adottabili, sull’assenza di farmaci e vaccini.

Si oscilla tra la colpevole sottovalutazione e la faciloneria di considerarla un’influenza, e l’isterica enfatizzazione, di chi, invece, adotterebbe immediatamente l’abito del medico della peste, per difendersi dal contagio. La verità è che siamo i rissosi, impietosi, crudeli, sprovveduti, spreconi, arroganti, impauriti abitanti dello stesso “condominio Terra”.

Tutti sotto lo stesso cielo.

Con questa delicata espressione le nostre nonne riassumevano la condizione umana, con gli uomini divisi da razze, ideologie, interessi economici, costumi e abitudini, confessioni religiose… eppure, tutti con un destino comune. E, nell’immagine che ho usato come copertina, il Coronavirus, ingrandito al microscopio elettronico, sembra davvero un bizzarro e terribile firmamento, spaventoso e all’apparenza invincibile. Sulle nostre teste, nell’aria che respiriamo, in una situazione evocatrice di una parola, pandemia, tale da scuotere anche i più tranquilli

Che ci piaccia o meno, che ne siamo consapevoli o meno, condividiamo la stessa casa, sopra di noi splendono gli stessi astri. La furia degli elementi,  i periodici risvegli dei vulcani,  gli scossoni nefasti dei terremoti, prima o poi coinvolgono le nostre vite. E l’aria, linda e pulita o ammorbata da incendi epocali o  resa pericolosa dai miasmi di terribili morbi, circola spinta dalle forze indominabili dei venti. E la facilità con la quale la tecnologia permette spostamenti di persone e merci ha, come contraltare, anche quello di rendere più facile la diffusione anche delle malattie determinate da norme igieniche e stili di vita a noi sconosciuti e lontani, con la più grande promiscuità fra gli esseri umani e gli animali, con la moltiplicazione delle possibilità di contagio, per "malanni", chiamiamoli così,  tutt’altro che lievi, fino a divenire vere e proprie piaghe di biblica memoria.

Siamo piccoli, malsicuri, in perenne bilico fra le nostre fragili sicurezze e l’imprevedibile corso degli eventi. Ci farà diventare più savi, pensare a questo? Ci farà mettere ordine nelle priorità, che per ora sembrano essere profitto, crescita, produzione industriale, sopraffazione economica di una nazione sull’altra, avidità, sfruttamento…? Chissà.

Dovrebbe essere, io credo, un motivo in più per riconsiderare il nostro sistema di vita, per rieducarci al rispetto della Natura, alla presa di coscienza dei nostri limiti di fronte ad Essa, alla visione del mondo più a misura d’uomo.

^^^^^^^^^^^^^^

Come di consueto, qui di seguito presento brevemente il numero on line da oggi. I titoli in grassetto sono link che portano direttamente ai relativi pezzi. Questo per consentire anche a chi ha poco tempo, di poter sfogliare più facilmente il giornale.

Siamo tutti sotto lo stesso cielo

A.D.Z.

Senza idee

Massimo Nardi

Abbiamo appena finito di votare in due regioni che già all’orizzonte si profila una nuova tornata elettorale che, però, in questo caso riguarda tutta la nazione. Sappiamo tutti di cosa di tratta. La riduzione dei rappresentanti del popolo: ovvero, deputati e senatori.

Al di la' del buonsenso

Alberto Venturi

In un seggio di Lesignano, i rappresentanti di lista di Fratelli d’Italia e della Lega Nord hanno segnalato al presidente “diverse porte ricoperte da un telo di colore azzurro con appese numerose figure di pesci non meglio identificati. Una simile dichiarazione significa che sospettano insegnanti politicizzate, perché altrimenti sarebbero, come sono stati, soltanto pesci preparati dai bambini in mesi non sospetti (di fogge assai diverse dalle sardine).

La vita dei Grandi della musica - Mozart

La Reine

Al Centro Via Vittorio Veneto, da lunedì 27 gennaio è iniziato un nuovo ciclo dedicato alla vita dei Grandi della musica, nell’auspicio d’intercettare quel senso di appagamento che vuole esser contagioso, per connotare anime soddisfatte e felici.

Low For Long

Eugenio Benetazzo

Dal 2010 al 2020 i risparmiatori e piccoli investitori italiani purtroppo non hanno investito minimamente in cultura e formazione finanziaria, nonostante nel frattempo le banche italiane abbiano perduto (per sempre) il loro ruolo chiave di fiduciarie del risparmio (tradito). Il risparmiatore italiano dopo quanto è accaduto non si è posto il dilemma che forse il conflitto di interessi con chi detiene i suoi risparmi ed i suoi assets finanziari debba essere risolto una volta per sempre.

Anteprima Sanremo 2020

Corrado Corradi

A Fausto Leali il Premio “Numeri Uno - Città di Sanremo” realizzato da Affidato. Durante la serata condotta da Marino Bartoletti e Antonella Salvucci assegnati anche i Premi “Dietro le Quinte”

Buona settimana e buona lettura del n. 688 – 377

 

 

 

 

 

 

 

www.ansa.it/canale_scienza_tecnica/notizie/biotech/2020/01/26/virus-cina-il-cammino-dei-coronavirus-speciale_b5266d01-8d74-4478-8905-4174e843e550.html


Commenti
Non ci sono commenti.
Numero corrente