Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
11 gennaio 2021
Sull'isolamento della borgata Ramo durante le piene del Fiume Secchia

Comune di Modena

Consiglio Comunale

Gruppo Consiliare Partito Democratico

 

 

PROTOCOLLO GENERALE n° 3671 del 08/01/2021

Modena, lì 08 Gennaio 2020

 

Al Sindaco del Comune di Modena

Al Presidente del Consiglio Comunale di Modena

 

Interrogazione

 

Oggetto: Sull'isolamento della borgata Ramo durante le piene del Fiume Secchia

 

Premesso che:

 

  • Nella campagna modenese vicino alla frazione di Cittanova, dietro allo Scalo  Merci, in corrispondenza di un'antica Villa (frazione) chiamata Ramo, nominata già nell'anno 876 come afferma il Tiraboschi nel suo “Dizionario topografico-storico degli Stati Estensi”,  esiste ancora oggi una borgata;
  • Nelle terre nei pressi della borgata Ramo, ai lati delle strade Rametto e Santa Liberata esistono laghi naturali direttamente collegati attraverso canali, interrati e non, con il Fiume Secchia (poco lontano dalle zone citate) che sfogano nei momenti di piena le acque in altri canali e fossi lungo tutto il territorio;
  • In quest'area della campagna modenese vi è anche l'immissione nel fiume Secchia del Canale denominato “Fosso” che partendo con più affluenti nelle campagne tra Cognento, Baggiovara e Marzaglia, raccoglie prima le acque della “Fossa di Cittanova” nell'omonima frazione e poi, dopo essere passato nei pressi del Grandemilia e  dello Scalo Merci, le acque del “Rio Santa Liberata” rappresentando dunque un importante snodo idraulico all'interno del contesto comunale oltre che contesto ecologico e ambientale;

 

Considerato che:

 

  • Nella borgata Ramo, nei pressi di Strada Santa Liberata, al 2020 abitano 4 famiglie e che in seguito alla realizzazione dei lavori per la nuova linea ferroviaria Bologna-Milano e dello Scalo Merci che ha chiuso il tratto di strada Rametto sulla Via Emilia Ovest, vedono come unica via di accesso alle proprie abitazioni la suddetta strada Rametto ma esclusivamente in direzione via Viazza di Ramo;
  • In seguito alla realizzazione dello Scalo Merci di Cittanova oltre che alcune strade, sono stati ridotti e chiusi anche alcuni di questi fossi e canali che fornivano vie di scorrimento alle acque senza compromettere eccessivamente la fruibilità delle strade carrabili;
  • La conformazione di strada Rametto vede un tratto, recentemente riasfaltato, adiacente e parallelo alla linea ferroviaria, rialzato rispetto alle terre intorno (con anche un sovrappasso sul corso d'acqua denominato “Fosso”) e il tratto subito successivo (nei pressi di una curva della strada in prossimità dei civici 150/1 e  150/2) che torna a livello del terreno e dei corsi d'acqua creando un notevole dislivello ;

 

 

 

 

Considerato altresì che

 

  • Conseguentemente ai cambiamenti climatici a cui ci stiamo, purtroppo, abituando ad assistere, le precipitazioni spesso sono eccessivamente copiose, frequenti e improvvise con effetti sull'ecosistema e sull'ambiente locale disastrosi e necessitanti di misure a difesa del territorio.

Posto che

 

  • nelle situazioni di ingrossamento del fiume Secchia, in particolare nei momenti di piena, e contestualmente dei corsi d'acqua “Fosso”, “Rio Santa Liberata” e dei laghi presenti nell'area, soventemente le acque contenute fuoriescono allagando le campagne e circa 100 metri del tratto di strada Rametto nel punto della curva nei pressi dell'entrata dei civici 150/1 e  150/2;
  • L'allagamento di questo tratto stradale impedisce il passaggio pedonale e carrabile (se non attraverso mezzi idonei) determinando l'isolamento delle 4 famiglie della borgata Ramo nei pressi di  Strada Santa Liberata per diversi giorni con i conseguenti problemi, in particolare nell'eventuale necessità di usufruire di servizi sanitari e di emergenza;

 

Posto altresì che

 

  • Anche durante l'ultima situazione di piena del fiume Secchia nelle giornate del 5 e del 6 Dicembre scorse si è verificato l'allagamento di strada Rametto con un livello d'acqua superiore alle volte precedenti tanto che è arrivato a lambire il cancello dell'abitazione al civico 160;

 

SI INTERROGANO IL SINDACO E LA GIUNTA IN MERITO

 

  • al fatto se si fosse a conoscenza della problematica legata all'allagamento di strada Rametto;
  • alla volontà e la possibilità, magari innalzando il tratto di strada Rametto coinvolto nel fenomeno, di impedire in futuro l'allagarsi della strada evitando quindi il conseguente isolamento dei residenti delle vie collegate;
  • a quali misure si possano intraprendere per impedire l'allagarsi di strada Rametto a tutela dei residenti e delle infrastrutture dell'area.

 

 

 

Stefano MANICARDI Consigliere Partito Democratico

Commenti
Non ci sono commenti.
Ultimi articoli in Agorà
Cerca Tutti