Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
10 luglio 2020
Quindici n. 11 - La rivista del Master in Giornalismo dell'Unibo

Da oggi online il numero 11 del Quindici,
la rivista bisettimanale del Master in Giornalismo dell’UniBo.

Numero speciale dedicato ai 40 anni della strage del 2 agosto 1980
In prima pagina La bomba nel cuore. La mattina di sabato 2 agosto 1980 un ordigno devasta la stazione di Bologna. Ottantacinque morti e più di 200 feriti escono dalle macerie del più crudele e insensato massacro della storia italiana del dopoguerra. Sono bambini, ragazzi, famiglie che aspettano un treno nel primo giorno di vacanze. Un colpo al cuore di una città e di un Paese che poteva essere mortale. Ma la reazione di Bologna (e dell'Italia) è inattesa: mentre ferrovieri, infermieri, poliziotti e pompieri trasportano i morti e i feriti, piazza Maggiore si riempie per tre giorni fino ai funerali con Zangheri e Pertini. E non smetterà di scendere in piazza ogni anno reclamando verità e giustizia. Quarant'anni di battaglie che portano a individuare nei terroristi neri gli autori della strage e i personaggi, anche ai vertici di apparati dello Stato, che hanno sparso fumo e false tracce. La ferita è ancora aperta, ma per i familiari delle vittime lottare non è stato inutile. Bologna adesso si sente a un passo da chi architettò quel mostruoso eccidio
L'intervista: Bolognesi: «La verità è vicina. Stavolta scopriremo i mandanti» 
Il presidente dell’Associazione dei familiari delle vittime racconta l'angoscia di questi 40 anni: da quando in stazione riconobbe da una voglia il figlio ustionato e seppe che la suocera era stata uccisa dalla bomba, alle infinite battaglie per la verità
La testimonianza: «Persone ferite, vittime ovunque e un gran puzzo di polvere da sparo»
Mario Del Balzo, ferroviere, è stato tra i soccorritori della strage del 2 agosto. Insieme ai suoi colleghi è salito sul treno fermo al primo binario e, accanto a tanti civili, ha scavato a mani nude per estrarre i cadaveri e salvare chi era ancora vivo


 
In più:
Le indagini: Venti processi, ventisette imputati. Il percorso a ostacoli della giustizia
I media internazionali: "The Bologna massacre" e lo sgomento del mondo
La fotostoria: Il dolore e la resilienza di una città in piazza
Cultura: Da Carmelo Bene a Guttuso. C
osì l'arte ha gridato l'orrore per la strage
Il personaggio: Enrico Brizzi«Ho vissuto nell'Italia delle sirene e dei boati»
La canzone: Faber, la stazione e l'assassino
Gli eventi: Il ricordo torna in piazza Maggiore

Commenti
Non ci sono commenti.