Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
Cultura - 16 novembre 2011
Romeo e Giulietta di Gounod

ROMEO E GIULIETTA DI GOUNOD PER LA STAGIONE LIRICA 2011-2012 

Va in scena venerdì 18 novembre 2011 alle 20,30 e domenica 20 alle 15,30 l’opera Roméo et Juliette di Charles Gounod, secondo titolo in cartellone per la stagione lirica della Fondazione Teatro Comunale di Modena. Lo spettacolo, grazie a una proficua collaborazione internazionale è coprodotto da Modena, dal Comunale di Bolzano e dai Teatri di Piacenza ma ha debuttato negli Stati Uniti lo scorso febbraio per la Opera Company of Philadelphia per essere nuovamente allestito al Municipale di Piacenza, dove è andato in scena in ottobre.

L’Orchestra regionale dell’Emilia Romagna sarà diretta da Yves Abel, regia di Manfred Schweingkofler - apprezzato dal pubblico modenese nell’allestimento di Elektra di Strauss a gennaio 2010 - con la scena di Nora Veneri; il Coro del Teatro Municipale di Piacenza è diretto maestro Corrado Casati. Per la compagnia di canto è stato scelto un cast di giovani interpreti, ancorché affermati, per restituire all’opera e all’azione la vitalità che caratterizza il dramma shakespeariano, che vedrà impegnate nei ruoli del titolo le coppie Monica Tarone-Paolo Fanale (venerdì), e Maria Rosaria Lopalco-Ivan Momirov (domenica).

Originariamente ambientata a Verona, la vicenda è stata attualizzata dal regista Schweingkofler che ha trasportato lo storico antagonismo fra Capuleti e Montecchi nel mondo dell’alta moda, contrapponendo, invece di due nobili casate, due rinomati marchi rivali. “Forse nessuna storia d’amore è stata reinventata e rimaneggiata più volte nel corso degli anni di Romeo e Giulietta di Shakespeare, estremo racconto di un amore proibito. Dalle produzioni teatrali al film di Baz Luhrman Romeo + Juliet a West Side Story di Bernstein, il tema della giovane passione d’amore che sfida le regole della società riesce costantemente a superare le barriere temporali, le forme, gli stili musicali, grazie ai suoi personaggi profondamente umani e Conflittuali” commenta il regista dell’opera. “L’azione è ambientata nel mondo glamour della haute-couture. Giulietta non è solo la figlia viziata in casa Capuleti ma ne rappresenta la modella star. Il suo viso ci sorride nei cartelloni pubblicitari e sulle pagine di riviste patinate. Appare impossibile che Romeo possa iniziare una relazione con colei che rappresenta la società rivale. In queste condizioni l’amore puro è condannato, Romeo e Giulietta rimangono di conseguenza intrappolati. Si tratta della lotta di due persone vulnerabili contro la potente macchina della società, la tragedia di un tenero amore soffocato da una comunità brutale. L’idealismo non può competere con il materialismo.”

Del 1867, sul libretto che Jules Barbier e Michel Carré, gli autori di Faust, trassero dalla tragedia di Shakespeare, Roméo et Juliette di Gounod fu una delle realizzazioni più felici del drame lyrique parigino, un genere concentrato nell’espressione intima delle passioni e caratterizzato nella parte musicale dall’importanza fondamentale della melodia e da raffinate orchestrazioni debitrici delle innovazioni di Berlioz e Wagner. Il titolo conquistò la scena parigina e dopo il debutto fu allestito fino al 1888 in tre diversi teatri per un totale di oltre quattrocento rappresentazioni.

*****

Venerdì 18 novembre 2011 - ore 20.30
Domenica 20 novembre 2011 - ore 15.30

Roméo et Juliette

Opera in cinque atti. Libretto di Jules Barbier e Michel Carrè

dalla tragedia Romeo and Juliet di William Shakespeare

Musica di Charles Gounod

 

Personaggi e interpreti

Juliette Monica Tarone (18 nov.) / Maria Rosaria Lopalco (16 e 20 nov.)

Roméo Paolo Fanale (18 nov.) / Ivan Momirov (16 e 20 nov.)

Frère Laurent Stefano Palatchi

Mercutio Massimiliano Gagliardo

Stéphano Annalisa Stroppa

Le Comte Capulet Enrico Turco

Tybalt Gianluca Bocchino

Gertrude Gabriella Sborgi

Le Comte Pâris Alessandro Nuccio

Grégorio Graziano Dallavalle

Benvolio Stefano Consolini

Le Duc de Vérone Ziyan Atfeh

 

Direttore Yves Abel

Regia Manfred Schweigkofler

Scene Nora Veneri

Costumi Richard St. Claire

ripresi da Massimo Carlotto

Luci Claudio Schmid

Coreografa e prima ballerina Lindsay Browning

Maestro d’armi Charles Conwell

Assistente alla regia Franz Braun

Maestro del Coro Corrado Casati

Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna

Coro del Teatro Municipale di Piacenza

 

Allestimento dell’Opera Company of Philadelphia

Coproduzione Fondazione Teatri di Piacenza

Fondazione Teatro Comunale e Auditorium di Bolzano

Fondazione Teatro Comunale di Modena

In lingua originale con sopratitoli in italiano

 

 

***************


Commenti
Non ci sono commenti.