Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
20 gennaio 2020
Bonus e contributi

 

Anche per i cittadini fioranesi in difficoltà c’è la possibilità di richiedere i vari bonus acqua, gas e luce, oltre al contributo affitto, assegno di maternità e per nucleo numeroso, previsti da norme regionali e nazionali.

 

Anche i cittadini del Comune di Fiorano Modenese possono usufruire di diversi contributi messi a disposizione da leggi statali e regionali, dai cosiddetti bonus acqua, luce e gas, al contributo per l’affitto, agli assegni di maternità e per nucleo familiare numeroso.

“La sfida del welfare si sta evolvendo per affrontare le esigenze dei cittadini e, in particolare, le nuove forme di povertà. – spiega Luca Busani, assessore alle Politiche sociali, del lavoro e della salute, del Comune di Fiorano Modenese. Con il concetto di soluzione abitativa non si intende più soltanto un luogo dove vivere, ma anche dove vivere dignitosamente e potendo permettersi quantomeno i servizi essenziali, come ad esempio le forniture. Un occhio di riguardo viene poi riservato alle famiglie e ai bambini, perché bisogna impegnarsi per sostenerle nei momenti più difficili, garantendo un ambiente adeguato in cui crescerli e le giuste opportunità per studiare e formarsi.”

Il bonus sociale idrico (bonus acqua) è una riduzione sulle tariffe del servizio di acquedotto per le famiglie in condizioni di disagio economico. Consente agli utenti domestici di non pagare il quantitativo ritenuto vitale per i bisogni essenziali, fissato in 50 litri al giorno per singola persona (corrispondenti a 18,25 mc/abitante/anno). Unitamente al bonus nazionale è riconosciuto ai cittadini residenti in Emilia Romagna un bonus idrico integrativo, concesso automaticamente agli utenti domestici residenti, che ottengono il ‘bonus acqua’ nazionale e che sono soggetti al pagamento in bolletta del servizio pubblico di fognatura e/o depurazione per l’utenza relativa all’abitazione di residenza. Il bonus aggiuntivo riconosce, per ogni componente del nucleo familiare, il 50% della tariffa di fognatura e il 50% della depurazione proporzionati ad un consumo minimo teorico pari a 18,25 mc.

Hanno diritto al ‘bonus acqua’ gli utenti domestici residenti nel Comune di Fiorano Modenese, con ISEE non superiore a 8.107,50 euro; per famiglie con 4 o più figli a carico l’indicatore ISEE sale a 20.000 euro.

Il ‘bonus gas’ è una riduzione sulle bollette del gas riservata alle famiglie a basso reddito e numerose. Ne hanno diritto i clienti domestici che utilizzano gas naturale con un contratto di fornitura diretto o con un impianto condominiale, se il loro indicatore ISEE non è superiore a 7.500 euro. Nel caso di famiglie numerose (con più di 3 figli a carico), l’ISEE non deve superare i 20.000 euro.

Il ‘bonus elettrico’ è l’agevolazione che riduce la spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di energia elettrica, con potenza impegnata fino a 3 kW. E’ pensato per due tipologie di famiglie: quelle in condizioni di disagio economico (indicatore ISEE non superiore a 7.500 euro; 20.000 euro per famiglie con più di 3 figli a carico), o presso le quali vive un soggetto in gravi condizioni di salute mantenuto in vita da apparecchiature domestiche elettromedicali.

I cittadini di Fiorano Modenese possono presentare domanda per i ‘bonus’ in forma di autocertificazione sui moduli disponibili, insieme alla documentazione prevista, presso i CAF convenzionati con il Comune di Fiorano Modenese. I bonus sono riconosciuti in bolletta (per gli utenti indiretti con un contributo una tantum) per un periodo di 12 mesi a partire dalla data di inizio agevolazione, riportata nella comunicazione di ammissione e in bolletta. La richiesta va rinnovata ogni anno, prima della scadenza dell’agevolazione. Si ricorda che per i bonus attivi con scadenza al 31 gennaio 2020, la domanda di rinnovo può essere presentata entro il 31 gennaio 2020.

I titolari di Reddito di cittadinanza (Pensione di cittadinanza) possono richiedere anche i bonus sulle utenze se ci sono le condizioni.

Il ‘bonus affitto’ prevede la possibilità di ricevere un contributo pari a tre mensilità di canone di locazione per quei nuclei familiari che hanno un contratto di affitto regolarmente registrato, con un canone mensile non superiore a 700 euro e un ISEE compreso tra 3.000 e i 17.154 euro. Non possono presentare la domanda i beneficiari del reddito di cittadinanza o della pensione di cittadinanza e coloro che hanno già ricevuto un contributo per l’emergenza abitativa. Le domande devono essere presentate presso lo Sportello sociale del Comune di Fiorano Modenese fino alle ore 12.00 del 28 febbraio 2020.

Lo Sportello sociale, dal mese di marzo 2020, raccoglierà anche le domande per l'assegno di maternità relative a nascite, affidamenti preadottivi e alle adozioni senza affidamento per l'anno 2020 e fine 2019. La richiesta deve essere presentata dalla madre entro 6 mesi dalla nascita del neonato o entro 6 mesi dall'ingresso nel nucleo del minore. L’assegno viene riconosciuto alle madri che non godono di  trattamento previdenziale dell’indennità di maternità o con indennità inferiore all'importo del contributo stesso, importo che viene rivalutato tutti gli anni nel mese di febbraio, così come la soglia dell’indicatore ISEE per richiedere il contributo.

Anche per le richieste di assegno per nucleo numeroso, con tre o più figli, le soglie ISEE e l’importo del contributo verranno determinati nel mese di febbraio, le domande verranno raccolte da marzo allo Sportello sociale.

Nel frattempo è opportuno fissare l’appuntamento con i CAF per ottenere l’ISEE aggiornato e valido per il 2020.

Per informazioni sui diversi contributi contattare lo Sportello sociale del Comune di Fiorano Modenese, presso Villa Pace, in via Marconi n. 106, dal lunedì a venerdì 8.30 - 13.30 e giovedì orario continuato 8.30 -18.00, tel. 0536 833401 email: sociali@fiorano.it

 


Commenti
Non ci sono commenti.