Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
Cultura - 22 marzo 2011
RISORGIMENTO! / IL PRIGIONIERO

INVITO ALL’OPERA: RISORGIMENTO! / IL PRIGIONIERO

 

INCONTRO CON

LORENZO FERRERO, MICHELE MARIOTTI,

ENRICO GIRARDI

 

Ridotto del Teatro Comunale Luciano Pavarotti

Giovedì 24 marzo ore 18

 

Prosegue il ciclo di incontri Invito all’Opera, organizzato dagli Amici dei Teatri Modenesi in collaborazione con la Fondazione Teatro Comunale di Modena per presentare al pubblico i titoli della Stagione Lirica attraverso i suoi protagonisti.

Giovedì 24 marzo alle ore 18, presso il Ridotto del Teatro Comunale Luciano Pavarotti (entrata via Goldoni, 1), al centro della discussione saranno Risorgimento! di Lorenzo Ferrero e Il prigioniero di Luigi Dallapiccola, le due opere che saranno in scena venerdì 25 e domenica 27 marzo al Comunale nell’ambito della Stagione Lirica e in occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia. Risorgimento! di Ferrero è una commissione del Teatro Comunale di Bologna che va in scena a Modena in prima esecuzione assoluta mentre Il prigioniero di Dallapiccola viene rappresentato a Modena per la prima volta.

 

A presentare il dittico dedicato alla libertà e ai valori del Risorgimento saranno il compositore Lorenzo Ferrero, Michele Mariotti direttore dell’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, insieme a Enrico Girardi, musicologo e critico musicale del Corriere della Sera.

 

Al termine dell’incontro è previsto un aperitivo. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.

 

Lorenzo Ferrero è nato a Torino, e ha studiato musica con Massimo Bruni ed Enore Zaffiri e filosofia con Gianni Vattimo all’Università di Torino. Parte preponderante della sua attività creativa è dedicata al teatro musicale: all’opera Rimbaud, sono seguite Marilyn (1980), l’opera per ragazzi La figlia del mago, l’opera buffa Mare Nostro, Night alla Bayerische Staatsoper di Monaco, Salvatore Giuliano (1986), Charlotte Corday (1989), l’opera per marionette Le Bleu-blanc-rouge et le Noir al Festival d’Automne di Parigi (1989), e Nascita di Orfeo (1996) su commissione dell’Arena di Verona. Le sue opere vengono continuamente riprese dai principali teatri in Italia, Germania, Francia, Finlandia e Stati Uniti. Ha collaborato con Carmelo Bene per musiche di scena e per la Biennale Teatro. Nel 1993 ha scritto insieme ad altri sei compositori il Requiem per le vittime della mafia, eseguito nella Cattedrale di Palermo e trasmesso da Rai Tre. Nel 1994 ha completato la strumentazione della terza versione dell’opera di Puccini La Rondine, prima assoluta al Teatro Regio di Torino. Nel 1997 ha scritto le musiche per la cerimonia inaugurale dei Mondiali di Sestrières. Si è dedicato anche all’organizzazione musicale: tra le cariche ricoperte, nel 1999 è stato Direttore generale del Salone della Musica di Torino, dal 1999 al 2003 della Festa della Musica di Milano, dal 2003 al 2004 Direttore generale del Ravello Festival. Dal 2004 è Presidente della commissione lirica della SIAE e recentemente è stato eletto all’unanimità Presidente del Comitato Esecutivo del CIAM International Council of Creators of Music.

 

Pesarese classe ‘79, Michele Mariotti si è diplomato in composizione al Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro e in direzione d’orchestra presso l’Accademia Musicale Pescarese. Nel 2005 ha fatto il suo debutto operistico dirigendo Il barbiere di Siviglia di Rossini. Tra il 2006 e il 2007 ha diretto Gianni Schicchi al Teatro della Fortuna di Fano, Don Gregorio di Donizetti al Festival di Wexford, L’italiana in Algeri di Rossini al Comunale di Bologna e Comunale di Ferrara, Il barbiere di Siviglia al Regio di Torino. Nel 2007 ha aperto la stagione del Comunale di Bologna dirigendo Simon Boccanegra di Verdi e ricevuto la nomina a Direttore Principale dell’Orchestra del Comunale di Bologna. Nel 2008 ha debuttato nel Rigoletto di Verdi a Lima, nei Puritani di Bellini a Minorca e nel Nabucco per il Festival Verdi. Nel 2009 ha debuttato allo Sferisterio di Macerata nella Traviata e a Washington e a Los Angeles nel Barbiere di Siviglia. Nel 2010 ha debuttato alla Scala di Milano con Il barbiere di Siviglia e ha inaugurato il Rossini Opera Festival con Sigismondo. Ha iniziato il 2011 dirigendo un concerto a Reggio Emilia, alla presenza del Presidente Napolitano, con l’Orchestra RAI in apertura delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia. Tra i prossimi impegni: al Comunale di Bologna dirigerà Turandot, Cenerentola, Il barbiere di Siviglia; alla Semperoper di Dresda La gazza ladra; a Tokyo I puritani e la Carmen; al Liceu di Barcellona inaugurerà la stagione 2013/14 con La battaglia di Legnano che dirigerà anche al Festival Verdi di Parma 2011; al Rossini Opera Festival il Guillaume Tell; all’Opéra di Parigi dirigerà I puritani; alla Metropolitan Opera di New York la Carmen, I puritani e La donna del lago; a Chicago Il barbiere di Siviglia; a Zurigo Turandot; al Covent Garden di Londra La donna del lago e tornerà alla Scala con Le Comte Ory.

 


Commenti
Non ci sono commenti.