Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
Politica locale e nazionale - 24 gennaio 2011
Battisti forever

Premesso che in Italia non c'è la pena di morte per nessuno, nemmeno per il più incallito assassino, siamo costretti, in virtù di questa scelta di convivenza civile, a riproporci il quesito sulla legittimità della estradizione di Battisti, che non è certo paragonabile al Cesare del nostro Risorgimento modenese e nazionale.

Questo stallo "burocratico" la dice lunga sulla capacità della macchina giudiziaria italiana che ha prima permesso a qualunque sparatore di farla franca, in mancanza di indagini mirate a trovare gli autori degli omicidi (poichè di omicidi si tratta), poi, una volta rintracciato, è mancata la volontà politica di perseguirlo.

Prima che si muovano i cacciatori di taglie, è meglio che si muova la nostra coscienza civile, ma non ditelo in giro, potrebbero farci un film.

 

Circolo della Libertà - Cognento

 


Commenti
Non ci sono commenti.