Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
19 febbraio 2020
Corti (Lega): ‘Biomasse, da Modena una ricerca fuorviante’



‘La recente indagine dell’Osservatorio via Emilia sulla percezione delle maggiori fonti inquinanti che hanno i modenesi parte da una domanda del tutto malposta: immaginare che la dismissione dei camini dalle abitazioni private incida in senso positivo sulla qualità ambientale è del tutto fuorviante. La legna è da considersi infatti a pieno titolo come energia rinnovabile. Mi chiedo davvero su quali parametri si basi questo sondaggio e se non vi sia una volontà precisa di sabotare la biomassa a favore degli idrocarburi. Su quali dati di emissioni nocive si basa la ricerca? Parliamo di camini aperti e canne fumaria non intubate? Come paragonare un Euro 1 a un Euro 6 discriminando il combustibile? Perché allora lo Stato offre incentivi sui generatori di calore a biomassa di ultima generazione con rendimento superiore al 70%? La ricerca non sa che ci sono classificazioni di stelle per tali generatori? Sfido gli autori di tale ricerca ad organizzare un convegno sull'utilizzo consapevole della biomassa sulla quale tutti i governi italiani e non solo stanno investendo’. 


Commenti
Non ci sono commenti.