Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
03 gennaio 2020
A sostegno dell’offerta formativa I contributi e i servizi dell’amministrazione comunale

 

 

Il Comune di Fiorano Modenese, per l’anno 2019/2020, ha predisposto un piano per il diritto allo studio che comporta un impegno economico di oltre due milioni di euro, escludendo le spese di invetimento per le strutture.

Trasporto scolastico, ristorazione e prolungamento orario richiedono 1.019.000 milioni; l’assistenza agli alunni con disabilità 564.000 euro; 205.000 euro servono per il sostegno all’offerta formativa con i contributi per i progetti delle scuole, quelli proposti dai servizi comunali, il trasporto per uscite didattiche e gite (gratuito); ci sono poi gli oneri a carico del comune per le scuole statali (arredi e attrezature), spese di funzionamento e manutenzioni agli edifici. 74.000 euro sono destinati agli interventi a favore delle famiglie (libri di testo e borse di studio) e 67.000 euro sono il contributo alla Scuola dell’infanzia paritria Luigi Coccapani.

Come spiega l’assessore alle politiche educativo-scolastiche Luca Busani: “L’istruzione e ancor di più l’educazione devono essere intese come beni comuni, cioè di tutti, per tutti e con tutti. Le componenti sociali, relazionali e culturali devono quindi diventare parte integrante del tessuto umano che costituisce la nostra comunità. L’Amministrazione Comunale deve pertanto farsi carico dell’onore e soprattutto dell’onere di erogare e sostenere servizi che garantiscano equità, efficienza ed eccellenza, partecipando attivamente alla formazione dei cittadini di oggi e di domani. Proprio per questo, l’intero sistema educativo dev’essere inclusivo, accessibile e democratico, nel pieno rispetto della Costituzione Italiana e della Convenzione Internazionale sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”.

L’amministrazione comunale ha individuato tre linee d’azione principali, attraverso le quali verrà declinata ogni azione in ambito educativo: l’educazione alla solidarietà e al senso civico, basata su principi umanamente fondanti come l’altruismo, la parità di opportunità e l’integrazione universale; il rispetto per l’ambiente, gli spazi comuni e l’attenzione allo sviluppo sostenibile; l’educazione al bello e all’arte, intesa sia come conoscenza sperimentale delle diverse forme che può assumere la cultura, sia come cura e valorizzazione degli spazi scolastici ed extrascolastici.

Per quanto riguarda il sostegno all’offerta formativa il Comune di Fiorano Modenese contribuisce ai progetti proposti e gestiti dagli istituti scolastici come la realizzazione del concerto dei bambini di scuola in occasione del XXV Aprile, il Consiglio Comunale dei Ragazzi, il laboratorio pomeridiano per alunni con disabilità, l’insegnamento della lingua inglese nelle scuole dell’infanzia, l’assegnazione di una educatrice di nido per supportare le scuole dell’infanzia del Comprensivo Bursi.

Il Comune attiva inoltre progetti proposti e gestiti dai propri servizi, come opportunità di realizzare esperienze e attività che i docenti possono integrare e collegare alla programmazione di classe; riguardano l’educazione alla cittadinanza, l’educazione ambientale, l’educazione alimentare, letture animate, educazione stradale, visite e laboratori al Castello di Spezzano, educazione cinematografica con l’Ennesimo Film Festival e gli spettacoli dell’Astoria dei Ragazzi, incontri con i poeti, la scoperta degli archivi, l’educazione musicale, laboratori al Fablab di Casa Corsini.

 


Commenti
Non ci sono commenti.