Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
Cultura - 19 marzo 2011
DENTRO LE NOTE -INCONTRI MUSICALI ALL’UNIVERSITÀ

 

GABRIELE COEN TRIO – JEWISH EXPERIENCE

Facoltà di Lettere e Filosofia

mercoledì 23 marzo ore 17

 

A inaugurare la rassegna Dentro le note, realizzata dalla Fondazione Teatro Comunale di Modena in collaborazione con l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, sarà il Gabriele Coen Trio mercoledì 23 marzo alle ore 17 presso la Facoltà di Lettere e Filosofia a Modena (Largo Sant’Eufemia 19). L’incontro musicale, come tutti gli altri della rassegna, è a ingresso libero.

 

Il trio, composto da Gabriele Coen al sax soprano e clarinetto, Lutte Berg alla chitarra e Marco Loddo al contrabbasso, presenta Jewish Experience, un progetto che, attraverso una delle formazioni più tipiche del jazz contemporaneo, reinterpreta in chiave jazzistica il repertorio popolare ebraico, attraverso composizioni originali, brani klezmer e sefarditi (ebraico-spagnoli). Jewish Experience, inoltre, è la prima band prodotta da John Zorn per la Tzadik, la prestigiosa etichetta discografica newyorchese in cui sono presenti artisti del calibro di Marc Ribot, Frank London, David Krakauer, Uri Caine, ma anche Steve Lacy, Lou Reed e Laurie Anderson. “Gabriele Coen è compositore e interprete di uno dei più entusiasmanti esempi di nuova musica ebraica – commenta John Zorn – capace di combinare una profonda conoscenza e un sincero rispetto per la tradizione, con un eccezionale intuito comunicativo e sensibilità immaginifica. All’avanguardia, eppure fermamente radicato nella tradizione, il progetto Jewish Experience esprime passione, integrità e un’impeccabile arte interpretativa”.


Sassofonista, clarinettista, compositore, Gabriele Coen si dedica da oltre dodici anni all’incontro tra jazz e musica etnica, in particolare mediterranea e est-europea, svolgendo un’intensa attività a livello nazionale e internazionale. È fondatore dei KlezRoym – la più nota formazione italiana dedita alla ri-attualizzazione del patrimonio musicale ebraico – con cui ha inciso cinque dischi per l’etichetta Cni: Klezroym (1998), Scenì (2000), Yankele nel ghetto (2002), Klezroym (2003) e Venticinqueaprile (2007). Con il gruppo Atlante Sonoro, Coen ha inciso Duende (2004), accolto con grandissimo favore dal pubblico e dalla critica specializzata, e Alhambra (2006), entrambe per Cni-RaiTrade. Come compositore nonché interprete ha realizzato sigle televisive (Rai Educational) commenti musicali (Geo&Geo, Raitre), musiche per documentari (La grande Storia, Raitre),  per balletti (Patino, Fuciarelli), e per il teatro (Mincer, Celestini, Scaparro, Natoli). Ha composto insieme ai Klezroym le musiche per il film di Emanuele Crialese Once we were strangers e A gennaio di Luca Calvanelli; insieme a Mario Rivera quelle per Notturno Bus (2007) di Davide Marengo, con Giovanna Mezzogiorno, Valerio Mastandrea e Ennio Fantastichini. Sempre nel 2007 ha realizzato, ancora con Mario Rivera, le musiche per lo spettacolo teatrale Satyricon di Renato Giordano, con Giorgio Albertazzi e Michele Placido. Del 2009 è la colonna sonora per Scontro di civiltà per un ascensore a Piazza Vittorio (2009) di Isotta Toso. Sempre nel 2009 ha scritto insieme ad Isotta Toso il libro Musica errante. Tra folk e jazz: klezmer e canzone yiddish edito da Stampa Alternativa. A gennaio 2009 è uscito il primo disco del progetto Jewish Experience, intitolato Golem, pubblicato da Alfamusic.

 

 

 

 

 


Commenti
Non ci sono commenti.