Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
Politica locale e nazionale - 30 novembre 2011
Modena citta' europea dello sport nel 2013

E’ ufficiale: La nomina è avvenuta oggi al Parlamento Europeo a Bruxelles. Il sindaco Pighi: “Una grande vetrina per la città”. L’assessore Marino: “Sinergie tra pubblico e privato”

 

Modena è stata nominata Città Europea dello Sport per il 2013. La candidatura si è trasformata in nomina ufficiale oggi pomeriggio, mercoledì 30 novembre, nella sede del Parlamento Europeo a Bruxelles.

"Il 2013 sarà una grande vetrina per lo sport modenese, che per un anno sarà protagonista in una città che già lo segue e lo pratica con impegno e passione", afferma il sindaco di Modena Giorgio Pighi, che si trova nella capitale belga con l'assessore allo Sport Antonino Marino, Paola Francia dell'assessorato, Gino Montecchi, presidente della Consulta comunale dello sport, Stefano Gobbi, presidente provinciale del Centro sportivo italiano e Andrea Dondi, vicepresidente vicario del Coni di Modena. "Attraverso numerosi eventi sportivi porteremo in città migliaia di atleti e faremo conoscere il nostro territorio a persone provenienti non solo dall'Italia ma anche da altri Paesi europei. Inoltre - prosegue il sindaco - diffonderemo la cultura dello sport intesa come disciplina di vita. Ora non ci resta che metterci al lavoro affinché le tante idee che abbiamo diventino realtà nel 2013".

"Si tratta di un grande riconoscimento che rende onore al sistema sportivo cittadino, a partire dalla gestione degli impianti fino all'organizzazione di tanti piccoli e grandi eventi che rendono lo sport più vivo che mai nella nostra città", aggiunge l'assessore Marino. "Nel corso del 2012 e 2013 lavoreremo affinché la pratica sportiva diventi un elemento sempre più trasversale e coinvolgente per la nostra città. A questo proposito - prosegue Marino - ci attiveremo per creare eventi e sinergie tra pubblico e privato a supporto del sistema sportivo che è parte integrante, anche se talvolta sottovalutato, della rete di welfare che caratterizza Modena".

La visita della commissione Aces, avvenuta nelle settimane scorse, aveva lasciato ben sperare: i commissari erano rimasti positivamente colpiti dalla quantità e dalla qualità dei progetti in atto per garantire la massima diffusione dello sport a Modena. Giudizi positivi erano stati rivolti anche all'impiantistica cittadina e ad alcune modalità di gestione innovative. Delle Città europee dello sport 2013 altre due, oltre a Modena, sono le italiane: Reggio Calabria e Cremona. Il titolo di Capitale europea dello sport 2013, riservato a città con più di 500 mila abitanti, è stato assegnato ad Anversa, capoluogo della regione delle Fiandre in Belgio.

"Per l'Europa la promozione dello sport di base è fondamentale per garantire il benessere fisico dei cittadini e per promuovere corretti stili di vita; anche per questo - aggiunge Marino - la commissione di valutazione inviata a Modena ha subito notato come nella nostra città gli obiettivi sportivi vadano oltre i pur importanti risultati agonistici ottenuti, coinvolgendo valori educativi fondamentali come la socialità, l'aggregazione, il rispetto delle regole e degli altri senza dimenticare il benessere dei cittadini".


Commenti
Non ci sono commenti.