Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
11 marzo 2020
Il Segretario Generale della CST UIL su rivolta carceri

Il Segretario Generale della CST UIL di Modena e Reggio Emilia Luigi Tollari a proposito della rivolta delle carceri a Modena e in altre sedi si dichiara sconvolto dell’accaduto: Impressionante il numero dei morti, dei feriti anche  tra le forze dell’ordine, le scene di inaudita violenza che hanno portato alla distruzione di interi reparti del carcere modenese di Sant’Anna.

Prima di tutto assoluta e incondizionata vicinanza alle guardie penitenziarie, impegnate da anni in un lavoro durissimo, rischioso e sottopagato. Una riflessione da porre agli esperti se il sistema messo in campo sia funzionale. Chiunque in questa fase è afflitto da limitazioni e soffre dell’impossibilità di potersi spostare liberamente. Ci rendiamo conto che lo spostamento della visita dei familiari possa creare dispiacere, ma mai scatenare scene come quelle cui abbiamo assistito. Soprattutto deve far riflettere la contemporaneità delle rivolte in tanti istituti e ciò fa pensare ad una cabina di regia criminale che ha diretto tutto.

Come UIL auspichiamo una profonda e radicale riforma del sistema penitenziario. Tale da incentivare gli addetti, affrontare le tematiche sociali sotto diversi punti di vista. Lavoro, reinserimento, contrasto all’uso e abuso delle sostanze stupefacenti.

 

 

                                                                                                                      

                                                                       

SEGRETARIO GENERALE CST UIL MODENA E REGGIO EMILIA

Commenti
Non ci sono commenti.