Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
15 luglio 2020
Agricoltura. Fdi: tutelare miele italiano da prodotti contraffatti



"Sono state immesse sul mercato soluzioni zuccherine con bassa percenetuale di miele" spiegano i consiglieri, "la Regione promuova una campagna di sensibilizzazione sull’acquisto di prodotti italiani con attenzione alle indicazioni di provenienza"
 

Salvaguardare l’apicoltura italiana dal rischio proveniente dalle produzioni di importazione contraffatte. Lo chiedono in un'interrogazione alla Giunta i consiglieri Marco Lisei, Giancarlo Tagliaferri, Michele Barcaiuolo di Fratelli d'Italia sottolineando l'urgenza di iniziative, anche a livello regionale, per contrastare il fenomeno.

"L’apicoltura italiana è considerata di eccellenza a livello mondiale con la sua biodiversità unica al mondo- sottolineano i consiglieri- e anche nella nostra regione si contano oltre 100 mila alveari con una produzione di circa 2.600 tonnellate di miele. Purtroppo, l’inquinamento, i mutamenti climatici e l’uso dei fitofarmaci nelle produzioni agricole- continuano- hanno messo sempre più in crisi il settore, facendo registrare negli scorsi anni pesantissimi cali di produzione e consistenti morie di alveari".

Inoltre, recentemente, sarebbero state immesse sul mercato "soluzioni zuccherine con una bassa percentuale di miele provenienti dalla Cina e da triangolazioni con paesi come l’Ucraina o la Serbia". Prodotti "contraffatti e qualitativamente scadenti", spiegano gli esponenti di Fratelli d'Italia, ma con "prezzi molto più bassi e quindi commercialmente competitivi" che rischiano di "mettere in ginocchio il settore".

I consiglieri chiedono quindi alla Regione di promuovere "una campagna di sensibilizzazione verso i consumatori sull’acquisto di miele solo italiano, con una particolare attenzione all’etichetta con le indicazioni di provenienza al momento dell’acquisto".

(Francesca Mezzadri)


Commenti
Non ci sono commenti.