Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
Cronaca - 02 febbraio 2011
Rapina sventata a Portile: le riflessioni di Confesercenti

 “L’intervento sinergico delle Forze dell’Ordine ha permesso di sventare un tentativo di rapina, dai probabili risvolti violenti. Quanto avvenuto a Portile pone ancora una volta in evidenza i problemi legati alla sicurezza che la realtà modenese si trova a vivere quotidianamente e che non risparmia nemmeno i centri minori”. L’operazione condotta dalla forze di Polizia ieri sera a Portile, terminata con l’uccisione di uno dei malviventi, trova la pronta riflessione di Confesercenti Modena, che rimarca la necessità di risposte adeguate nei confronti della criminalità: “Il tema del presidio del territorio, come del resto quello di un organico adatto alle sue reali esigenze rimangono attuali. Ma va incentivato anche un più efficace coordinamento fra i vari presidi delle Forze dell’Ordine sia a livello locale che nazionale”.  Pianificata in ogni minimo dettaglio, che solo l’intervento mirato e congiunto di più Forze di Polizia ha permesso di scongiurare e condurre all’arresto efferati malviventi. “Come già avvenuto in passato la città non è al riparo da episodi come quello accaduto ieri – fa sapere l’Associazione imprenditoriale – A maggior ragione i centri minori e le frazioni: con le attività commerciali più esposte, specie a ridosso delle ore di chiusura. La ricchezza che contraddistingue la realtà modenese la rende appetibile a criminali privi di scrupoli che non esitano a spostarsi, come nel caso di Portile, da una regione all’altra per mettere a segno furti, rapine di ogni sorta dai risvolti anche cruenti. Una situazione con cui da tempo ormai tutti, dalle istituzioni ai cittadini, sono costretti a confrontarsi”.

“La sicurezza è imprescindibile per la gente tanto più per gli operatori commerciali. C’è dunque la necessità di azioni di tipo preventivo – sottolinea Confesercenti – fondate sul rafforzamento e il miglioramento del rapporto collaborativo tra le varie Forze dell’Ordine. Azioni, basate su un accurato lavoro di intelligence e strutturate su interventi di presidio integrato del territorio da estendere all’arco dell’intera giornata, che non hanno mancato, utile ricordarlo, di dare in più di un’occasione già buoni risultati. Aggiungiamo inoltre che incentivare il coordinamento tra i vari presidi delle forze di polizia sparsi sul territorio nazionale, contribuirebbe a contrastare attivamente azioni criminali violente, come oltretutto dimostrato in occasione del tentativo di rapina a Portile”.


Commenti
Non ci sono commenti.