Pubblicità su Bice
FacebbokStampaEmailRiduci caratteriDimensione di partenza dei caratteriIngrandisci caratteri
Ambiente - 03 novembre 2011
Serve la VAS per captare dal fiume Secchia......
Serve la VAS per captare dal fiume Secchia......Hera e Aimag rinunceranno ai loro Pozzi?!

I preannunciati interventi di captazione  di acqua dal fiume Secchia a uso per il consumo umano , fatta dall' Amministrazione comunale non è stata comunicata alla Consulta per la Tutela dell'Ambiente del Comune di Modena diversamente da quanto prevede lo Statuto comunale. Nel merito è opportuno fare un paio di considerazioni.
Il distretto idrogeologico comunale che fornisce ora acqua ad  Hera e Aimag;400mila persone ne sono utenti, è caricato urbanisticamente troppo, ne consegue che qualche falda sì è persa. Inoltre i nuovi progetti di edificazione sono intralciati dal campo acquifero di Via Cannizzaro, e l' Amministrazione pensa di chiuderlo. E' necessario che l' Autorità rispetti e faccia rispettare la Legge sulla Tutela dell' Acqua che è pubblica, dai Regi Decreti, tuttora vigenti,e inseriti nel D.lgs 152/06, ne consegue che anche l' Amministrazione comunale di Modena dovrà rivolgersi alle Autorità di Bacino e predisporre una VAS (Valutazione ambientale strategica),basta ricordare i tanti pareri negativi date dalle varie Autorità per l' approvazione del PIAE (Piano estrattivo infraregionale) approvato nel 2009, che è la causa del dissesto idrogeologico nel nostro territorio e non solo vedi le ultime alluvioni in Liguria  - Toscana - Veneto - Campania. Penso che l' Amministrazione comunale debba considerare seriamente di far crescere meno la città e di alleggerire il carico urbanistico, una buona governance servirebbe per la ristrutturazione dei vecchi quartieri dove ci sono centinaia di abitazioni che non sono in regola con le norme antisismiche, e del nostro bellissimo centro storico potrebbe attirare investimenti e continuare a dare pane a chi il mattone lo lavora. Penso che la soluzione sia quella di togliere ai Comuni i poteri di pianificazione e di consumo del territorio e lo Stato e le Regione dovrebbero creare un' unica Autorità che pianifichi -controlli e tuteli il territorio. Un esempio concreto, se le associazioni Ambientaliste non fossero intervenute a Riolunato  avremmo rifiuti in tutta la valle padane.
 
Presidente della Consulta per la tutela dell' Ambiente del Comune di Modena

Commenti
Non ci sono commenti.